Bonus casa 2021: tutti i lavori confermati in Legge di Bilancio

Bonus casa 2021, la bozza della Legge di Bilancio proroga tutto il pacchetto casa: dal bonus ristrutturazioni all’ecobonus, dall’incentivo per i mobili e gli elettrodomestici passando per il bonus facciate e fino al bonus verde. Il superbonus 110%, invece, non fa parte delle misure prorogate dalla manovra.

Bonus casa 2021: tutti i lavori confermati in Legge di Bilancio

Bonus casa, le agevolazioni fiscali per i lavori in casa sono stati tutti confermati in Legge di Bilancio 2021.

Dalla ristrutturazione alla riqualificazione energetica, dal bonus mobili all’incentivo per giardini e terrazzi, fino al bonus facciate introdotto con la scorsa manovra: il pacchetto per i lavori in casa farà parte delle agevolazioni per i contribuenti anche per il prossimo anno.

Grande assente invece il superbonus 110%, per il quale però ricordiamo che i fondi sono già stati stanziati per tutto il 2021 dal decreto Rilancio: la misura è quindi coperta per il prossimo anno. È attesa in ogni caso una proroga, sia per la convenienza della misura quanto per la complessità che si nasconde nella burocrazia: si avranno maggiori notizie una volta arrivati i fondi del Recovery Fund.

In attesa del testo ufficiale della Legge di Bilancio, lasciamo in allegato l’ultima bozza disponibile, aggiornata al 13 novembre 2020.

Legge di Bilancio 2021 - bozza del 13 novembre 2020
Clicca qui per scaricare il file.

Lavori in casa, il bonus ristrutturazioni 2021

Il bonus ristrutturazione è uno dei bonus casa di maggiore successo, ed è stato confermato nella bozza attualmente disponibile della Legge di Bilancio 2021.

Consiste nella possibilità di beneficiare della detrazione Irpef del 50% delle spese sostenute, fino a un massimo di 96.000 euro per singola unità immobiliare. In generale, l’agevolazione riguarda gli interventi per ristrutturare le abitazioni e le parti comuni di edifici residenziali situati nel territorio dello Stato.

Per quantificare la spesa sostenuta faranno fede i bonifici effettuati dal richiedente agevolazione per ogni unità immobiliare. Tra le regole riguardo gli adempimenti, dovrebbe rimanere obbligatoria la comunicazione all’ENEA entro 90 giorni dalla data in cui si sono conclusi i lavori per gli interventi che comportano un risparmio energetico.

Bonus casa 2021, detrazioni per mobili e elettrodomestici

Il bonus mobili è stato rinnovato per il 2021, e anche per il prossimo anno sarà collegato al bonus ristrutturazioni.

I contribuenti che approfittano del bonus mobili possono detrarre il 50% delle spese sostenute fino ad un massimo di 10.000 euro se effettuano lavori di ristrutturazione e comprano mobili nuovi o elettrodomestici di classe elettronica A+ e A per arredare l’immobile ristrutturato.

Ecobonus 2021 in Legge di Bilancio

La bozza della manovra da 38 miliardi di euro attesta anche la proroga fino al 31 dicembre 2021 dell’ecobonus, la detrazione delle spese sostenute per interventi di riqualificazione energetica, con le stesse aliquote previste per il 2020. Attenzione: si fa riferimento all’agevolazione “ordinaria”, non al superbonus 110%.

Viene quindi prorogata la misura con le aliquote “standard”, ovvero:

  • 50% per infissi, biomassa e schermature solari;
  • 65% per le rimanenti tipologie.

Lavori in casa: il bonus verde 2021 per giardini e terrazze

Anche il bonus verde 2021, l’agevolazione per giardini e terrazzi è stata oggetto di proroga nella bozza della Legge di Bilancio. La misura, così come gli altri bonus, è stata confermata senza sostanziali modifiche rispetto agli scorsi anni nei limiti di spesa e nelle aliquote di detrazione.

Fino al 31 dicembre 2021 i contribuenti interessati alle opere di sistemazione a verde, coperture a verde e giardini pensili possono usufruire della detrazione Irpef del 36%, su una soglia di spesa massima di 5.000 euro, quindi la detrazione massima che si può ottenere è pari a 1.800 euro.

Bonus facciate confermato in manovra 2021

Il bonus facciate ci sarà anche nel 2021: la misura dovrebbe essere confermata come detrazione fiscale del 90% senza limiti di spesa sui lavori di rifacimento delle facciate esterne degli edifici esistenti (manutenzione ordinaria sulle strutture opache della facciata, balconi, ornamenti e fregi) nelle zone A e B, centri storici e aree totalmente o parzialmente edificate, indicate nel decreto ministeriale n.1444/1968, o comunque in zone a queste assimilabili in base alla normativa regionale e ai regolamenti edilizi comunali.

L’agevolazione è stata una novità della scorsa Legge di Bilancio ed è stata particolarmente apprezzata dai contribuenti.

Bonus casa e novità del decreto Rilancio

Il decreto Rilancio ha introdotto dei cambiamenti sulle possibili modalità di fruizione dei bonus casa, che sono:

Non tutti i bonus casa però possono usufruire delle tre opzioni: i due bonus “dimenticati” dal decreto Rilancio sono il bonus verde e il bonus mobili.

Si tratta, in realtà, degli unici due bonus casa esclusi dalle due opzioni, e che quindi si possono usufruire soltanto come detrazione.

Superbonus 110%: niente proroga in Legge di Bilancio 2021

La proroga del superbonus 110% non fa parte del testo in bozza della Legge di Bilancio 2021. I contribuenti che hanno iniziato i lavori però possono stare tranquilli per il prossimo anno, poiché le coperture per il 2021 sono state stanziate già dal decreto Rilancio.

La proroga del superbonus in ogni caso appare necessaria a tutti i soggetti coinvolti: la complessità della norma, rispetto non solo ai lavori trainanti e trainanti ma anche per tutti i documenti necessari, rendono il superbonus da un lato molto conveniente e dall’altro molto macchinoso.

Per il rinnovo della misura (che il MEF si propone di allungare almeno fino al 2023) si dovrà attendere l’arrivo delle risorse europee del Recovery Fund.

Iscriviti alla newsletter

Money Stories