Bonus colf e badanti, quando arriva? Dall’INPS le istruzioni sul pagamento

Bonus colf e badanti, novità dall’INPS su quando arriva il pagamento nella circolare n. 65 del 28 maggio 2020. Il bonus lavoratori domestici è compatibile col reddito di cittadinanza. Prima dell’erogazione dell’indennità, l’Istituto controllerà che non ci siano incompatibilità con altre prestazioni.

Bonus colf e badanti, quando arriva? Dall'INPS le istruzioni sul pagamento

Bonus colf e badanti, quando arriva il pagamento? Dall’INPS arrivano le istruzioni riguardanti l’indennità per i lavoratori domestici nella circolare n.65 del 28 maggio 2020.

Con questa circolare, l’INPS fa chiarezza in merito agli importi spettanti e all’incompatibilità dell’indennità prevista dal DL Rilancio con il reddito di emergenza o di ultima istanza, mentre è compatibile col reddito di cittadinanza.

L’Istituto fa una panoramica dei requisiti che i lavoratori domestici devono possedere per poter fare domanda per il bonus, e chiarisce un aspetto importante: i controlli verranno effettuati prima dell’erogazione dell’indennità.

Bonus colf e badanti, quando arriva? Dall’INPS le istruzioni sul pagamento

La circolare n. 65 dell’INPS del 28 maggio chiarisce alcuni aspetti importanti riguardo il bonus colf e badanti.

Circolare INPS n. 65 del 28 maggio 2020
Indennità per i lavoratori domestici di cui all’articolo 85 del decretolegge 19 maggio 2020, n. 34, pubblicato nella G.U. del 19 maggio 2020, n. 128 (S.O. n. 21). Istruzioni contabili. Variazioni al piano dei conti

Per quanto riguarda il pagamento dell’indennità, che secondo il DL Rilancio arriva a 1.000 euro in totale erogati in un’unica soluzione, l’INPS chiarisce che il bonus sarà corrisposto dopo aver controllato che il beneficiario abbia i requisiti necessari.

Ricordiamo che il lavoratore domestico che vuole fare domanda per l’indennità di 1.000 euro totali, validi per i mesi di aprile e maggio, non deve convivere con il datore di lavoro e deve avere un contratto di lavoro regolare alla data del 23 febbraio 2020.

Inoltre, deve essere titolare di uno o più contratti di lavoro per una durata complessiva superiore a 10 ore settimanali.

Il bonus colf e badanti non è compatibile con:

Quando arriverà il pagamento? Prima ci sarà l’istruttoria della domanda, con i controlli volti a verificare l’assenza delle suddette prestazioni incompatibili. Solo se i controlli andranno a buon fine partiranno i pagamenti.

Bonus lavoratori domestici e reddito di cittadinanza sono compatibili

Il bonus lavoratori domestici invece è compatibile con il reddito di cittadinanza.

La circolare in esame specifica che nel caso in cui il lavoratore o un componente del suo nucleo familiare sia percettore del RdC, percependo un importo inferiore a 1.000 euro, allora riceverà il bonus come integrazione.

Ricordiamo che l’indennità prevista per colf e badanti non può superare i 1.000 euro in totale per i mesi di aprile e maggio.

Dunque, la circolare INPS n. 65 propone alcuni scenari come esempio pratico:

  • se il richiedente percepisce 800 euro di reddito di cittadinanza, allora il bonus sarà pari a 200 euro;
  • se il richiedente riceve 1.000 euro di RdC, la sua domanda sarà respinta, poiché già percepisce una somma pari a quella prevista per il bonus;
  • se il beneficiario del RdC è decaduto dalla prestazione nel mese di giugno, ma per aprile e maggio ha percepito 600 euro, allora la domanda verrà accolta e saranno erogati 400 euro di bonus.

Infine, l’INPS specifica che il richiedente del bonus deve essere il titolare del conto associato all’iban comunicato nella domanda. La corrispondenza verrà controllata prima dell’erogazione dell’indennità.

In caso di anomalia, l’INPS avviserà il richiedente, che potrà correggere i propri dati tramite la funzione “Modifica dati per il pagamento”, disponibile sul portale.

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories
SONDAGGIO