Bonus bici, c’è una data per la piattaforma: rimborsi al via dal 6 agosto

Bonus bici, il ministro dell’Ambiente Costa ha annunciato una data per la pubblicazione della piattaforma: i rimborsi si chiederanno dal 6 agosto. Per tutti i dettagli si attende ancora la pubblicazione del decreto interministeriale attuativo.

Bonus bici, c'è una data per la piattaforma: rimborsi al via dal 6 agosto

Bonus bici, il ministro dell’Ambiente Sergio Costa ha annunciato la data per la messa online della piattaforma per i rimborsi: è il 6 agosto.

È bene specificare, però, che non si tratta di un comunicato stampa ufficiale, ma di un annuncio fatto nei giorni scorsi durante una puntata di Omnibus su La7. Durante l’intervista ha anche confermato che le risorse stanziate (210 milioni di euro) basteranno, e dunque non ci sarà nessun click day.

Dal 6 agosto quindi si dovrebbe poter fare richiesta di rimborso per il 60% della spesa effettuata per l’acquisto di biciclette, pure con pedalata assistita, monopattini anche elettrici, segway e hoverboard, così come per i servizi di sharing mobility.

Bonus bici, c’è una data per la piattaforma: rimborsi al via dal 6 agosto

Rimborsi per il bonus bici al via dal 6 agosto: il ministro dell’Ambiente Sergio Costa finalmente segna una data sul calendario.

Il bonus mobilità sostenibile, introdotto dal decreto Rilancio, ha validità retroattiva per gli acquisti effettuati dal 4 maggio, fino alla scadenza del 31 dicembre 2020.

Il ministro Costa ha dichiarato:

“Per la piattaforma ci siamo, abbiamo chiuso finalmente, il 6 agosto è l’ultimo step, va alla Conferenza permanente Stato Regioni, perché è giusto che le Regioni possano pronunciarsi sul bonus e dopo finalmente decolla.”

In teoria, quindi, dal 6 agosto i contribuenti che hanno acquistato biciclette o monopattini possono fare istanza di rimborso, che da normativa copre il 60% della spesa fino a un massimo di 500 euro.

Il decreto interministeriale attuativo era atteso entro fine mese, invece si arriverà alla prossima settimana.

Bonus bici, rimborsi dal 6 agosto: nessun click day, parola del ministro Costa

Il dubbio più grande legato al bonus bici è legato alle risorse. Durante la fase di conversione in legge del decreto Rilancio si è arrivati a stanziare 210 milioni di euro, una somma non indifferente.

Eppure, va considerata l’impennata di vendite di bici e monopattini: dopo la fine del lockdown, sono state vendute circa 540.000 bici, 200.000 in più nel confronto con il pari periodo 2019 (e i dati non considerano le vendite di luglio).

Secondo il ministro Costa però non ci sarà nessun click day, e le risorse stanziate basteranno per erogare il rimborso a chi ne ha diritto.

A tal proposito è bene sottolineare una possibile incongruenza relativa ai documenti utili al rimborso: la normativa prevede solo la fattura, mentre secondo altre dichiarazioni sarebbe valido anche lo scontrino parlante.

Tuttavia, le FAQ del Ministero dell’Ambiente non risultano aggiornate con l’ulteriore documento. Non resta che attendere la pubblicazione del decreto attuativo per saperne di più.

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories