Bank of America: quanto vale un investimento di $1.000 fatto 10 anni fa?

Bank of America si è mostrata un’opzione azionaria stabile a breve e lungo termine. Ecco quanto avresti se ci avessi investito su 1.000 dollari 10 anni fa

Bank of America: quanto vale un investimento di $1.000 fatto 10 anni fa?

Quanto varrebbe un investimento di $1.000 fatto 10 anni fa su Bank of America? Una domanda a cui ha provato a dare risposta la CNBC, evidenziando la stabilità delle performance del titolo negli anni.

Le azioni sono andate così bene negli ultimi 24 mesi che Bank of America ha iniziato a restituire grandi quantità di capitale agli azionisti, sotto forma di aumento di dividendi e riacquisto di azioni.

Il colosso bancario statunitense ha registrato performance migliori del previsto anche durante il terzo trimestre dell’anno, altro elemento che avrebbe trasformato in profitto importante un investimento fatto nel 2019.

LEGGI ANCHE: Piazza Affari, se avessi investito 100 euro nelle eccellenze italiane nel 2008?

Bank of America: se avessi investito 1.000 dollari 10 anni fa?

Un investimento di 1.000 dollari fatto nel 2009 varrebbe più di 2.600 dollari al 18 dicembre del 2019, per un rendimento totale di circa il 160% stando ai calcoli della CNBC.

Nello stesso lasso di tempo, lo S&P 500 ha fatto registrare una crescita del 255%. L’attuale prezzo delle azioni di Bank of America si aggira intorno ai 35 dollari.

Il grafico, targato CNBC, mostra l’andamento nel titolo dal 2009 ad oggi.

Malgrado si tratti di una performance di tutto rispetto, va precisato che il colosso bancario statunitense ha dovuto affrontare non pochi ostacoli negli ultimi anni. Nel 2014 ha pagato 16,6 miliardi di dollari per chiudere un procedimento a suo carico, avviato sulla scia di una presunta frode durante la crisi finanziaria del 2008, stando alle indagini del Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti.

Nel 2016, un ulteriore accordo da 430 milioni di dollari è stato invece necessario a risolvere un caso partito dal lavoro della SEC: Merrill Lynch, divisione di investimento e gestione patrimoniale all’interno di Bank of America, era accusata di abusare dei fondi dei clienti per aumentare i profitti.

Nel dicembre del 2019 ha dovuto affrontare, insieme ad altre cinque grandi banche, le osservazioni da parte delle autorità di regolamentazione bancarie statunitensi in merito ai piani relativi al testamento biologico. La questione, tuttora in ballo, potrebbe rendere la banca soggetta a restrizioni alle sue operazioni commerciali.

Intanto però il piano d’espansione dell’istituto prosegue, e lo fa intercettando il comparto che potrebbe mostrare la crescita maggiore: questa settimana Bank of America ha annunciato una partnership con Electrify America, società che possiede e gestisce una rete di stazioni di ricarica per veicoli elettrici. Il piano è quello di installare circa 40 stazioni sul territorio nazionale entro la fine del 2020.

La fiducia nel colosso bancario non manca: anche Warren Buffett è azionista di lunga data di Bank of America. Nel 2011 ha investito 5 miliardi di dollari, e dal 2019 la sua società, Berkshire Hathaway, detiene una partecipazione del 10,5% nella banca, con oltre 940 milioni di azioni.

Iscriviti alla newsletter Economia e Finanza per ricevere le news su Bank of America

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.