Astaldi: effetto Turchia, S&P taglia rating

Il titolo della quotata italiana continua a soffrire in Borsa, mentre Standard & Poor’s ha tagliato il rating da CCC a CCC-. Motivo? La crisi turca che sta rallentando il piano di ristrutturazione della società.

Astaldi: effetto Turchia, S&P taglia rating

Non c’è pace per Astaldi. Le tensioni in Turchia e la svalutazione della moneta locale stanno infliggendo duri colpi al gruppo italiano: prima il crollo in Borsa, che sembra inarrestabile, poi la notizia del taglio del rating da parte di Standard & Poor’s.

A influire sull’andamento del titolo e sul giudizio dell’agenzia di rating americana, la crisi turca che sta rallentando la cessione del Terzo Ponte sul Bosforo e, di conseguenza, il piano di rilancio della società attraverso l’aumento di capitale, che tra le condizioni necessarie prevede proprio l’operazione in Turchia.

S&P taglia rating

Ieri sera le azioni Astaldi hanno lasciato sul terreno il 3,9% chiudendo a 1,4 euro e segnando un nuovo minimo storico. Stamattina hanno provato a risalire, ma poco dopo le 12,30 sono di nuovo crollate: al momento della scrittura, vengono scambiate a 1,39 euro in ribasso dello -0,64%.

Il titolo resta sotto i riflettori, considerando che da inizio anno ha registrato una perdita del 33%.

Intanto, come anticipato ieri sera da Bloomberg, S&P ha rivisto il giudizio sul gruppo italiano tagliando il rating a lungo termine da CCC a CCC- e anche l’outlook è passato da negativo a developing: potrebbe, cioè, essere rivisto, al rialzo, al ribasso o anche confermato.

La decisione dell’agenzia di rating americana è legata alla crisi turca, che sta mettendo a rischio l’esecuzione del piano di ristrutturazione da 2 miliardi della società.

Non sono bastate, dunque, le rassicurazione che Astaldi aveva affidato a un comunicato stampa nei giorni scorsi in cui spiegava che le trattative per la cessione del ponte sul Bosforo erano in fase avanzata.

Cda rinviato al 28 settembre

Le criticità registrate in Turchia, che stanno rallentando l’intero processo di riassetto della società pronta all’aumento di capitale 300 milioni di euro approvato prima dell’estate, hanno spinto a un nuovo rinvio del Consiglio di amministrazione.

La riunione, nel corso della quale dovrà essere esaminata e approvata la semestrale, è slittata, infatti, al prossimo 28 settembre, rispetto alla data tra il 3 e il 7 settembre indicata agli inizi di agosto. Motivo? Lo spiega Astaldi in una nota:

“Avere maggior contezza sulla tempistica relativa alla finalizzazione della trattativa per la vendita degli asset relativi alla Concessionaria del Terzo Ponte sul Bosforo in Turchia e dei conseguenti effetti sulla manovra di rafforzamento patrimoniale e finanziario in corso”.

L’accordo in India

Intanto, buone notizie arrivano dall’India dove Astaldi sarà impegnata nella costruzione del collegamento marittimo Versova-Bandra a Mumbai.

Il gruppo italiano, infatti, fa parte insieme a Reliance Infrastructure Limited del consorzio che ha sottoscritto l’accordo per la realizzazione dell’opera e che aveva già ottenuto mediante gara il contratto EPC per il progetto del valore di 7.000 rupie con un’offerta di 6.993,99 rupie. I tempi di realizzazione previsti sono di cinque anni.

“Questo progetto promuoverà ulteriormente Reliance Infrastructure come una delle principali società di EPC in India. La nostra partnership con Astaldi SpA, il terzo più grande player di costruzioni al mondo nei ponti, ci aiuterà a creare per Mumbai un progetto di mega infrastrutture di livello mondiale”

ha commentato Arun Gupta, Ceo di EPC di Reliance Infrastructure.

Iscriviti alla newsletter per ricevere le news su Astaldi SpA

Condividi questo post:

Commenti:

Prova gratis le nostre demo forex

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Potrebbero interessarti

Cristiana Gagliarducci

Cristiana Gagliarducci

1 settimana fa

Crisi Astaldi: JP Morgan pronta alla fuga, titolo brucia il 5%

Crisi Astaldi: JP Morgan pronta alla fuga, titolo brucia il 5%

Commenta

Condividi

Francesca Caiazzo -

Borsa Italiana: Astaldi ancora in picchiata

Borsa Italiana: Astaldi ancora in picchiata

Commenta

Condividi