Assegno unico per i figli: quando arriva? Chiarimenti sulle date del pagamento

Simone Micocci

01/07/2021

06/07/2021 - 16:28

condividi

Quando arriva l’assegno unico per i figli? Ecco le risposte alle domande delle famiglie (che da oggi ne possono fare richiesta).

Assegno unico per i figli: quando arriva? Chiarimenti sulle date del pagamento

Parte oggi l’assegno unico per i figli: dal 1° luglio, infatti, le famiglie che ne soddisfano i requisiti possono presentare domanda (in autonomia oppure avvalendosi del supporto dei patronati) all’Inps.

A questo punto la domanda che si fanno coloro che hanno fatto richiesta dell’assegno unico è: quando verranno accreditati i primi importi? Il messaggio n° 2371 del 22 giugno scorso fa chiarezza sulle modalità per inoltrare la domanda e su quelle di accredito, ma non risponde alla domanda su quando arriva l’assegno unico.

D’altronde, così come per gli altri bonus, come ad esempio il bonus bebè, non dovrebbe esserci un’unica data per il pagamento dell’assegno unico per i figli; l’Inps dovrebbe comunque mantenere una certa costanza nei vari mesi, quindi è molto probabile che la data del primo pagamento verrà mantenuta anche per le successive tornate.

Quando arriva l’assegno unico: la data di pagamento dipende da quella della domanda

Prima si presenta domanda dell’assegno unico per i figli e maggiori possibilità ci sono di ricevere il primo pagamento in tempi brevi. La domanda va inoltrata dal 1° luglio, quindi già da oggi potete avanzare richiesta (secondo le modalità indicate dall’Istituto) per riceverlo in tempi brevi.

Servirà, infatti, dare il tempo all’Inps per elaborare la domanda e verificare se il nucleo familiare possiede tutti i requisiti necessari per beneficiarne. Non sarà una verifica ex post - come ad esempio è stato per alcuni dei bonus riconosciuti per fronteggiare l’emergenza Covid - quindi ci vorrà qualche giorno di tempo prima di conoscere l’esito della propria richiesta, il quale si potrà controllare direttamente dalla propria area personale Inps (alla quale accedere con PIN, CIE e SPID).

È molto probabile, comunque, che per chi presenta domanda nei primi giorni di luglio l’assegno unico verrà pagato già nella seconda metà del mese.

Più si ritarda la domanda e più si rischia, invece, di riceverlo in ritardo.

Resta comunque il fatto che per coloro che inviano richiesta entro il 30 di settembre, indipendentemente da quella che sarà la data del pagamento, si riceveranno anche gli arretrati di luglio e agosto (oltre appunto alla mensilità di settembre).

Per le domande inoltrate dopo il 1° ottobre, invece, l’assegno unico decorre dal mese stesso in cui è stata fatta la richiesta, senza quindi la possibilità di ricevere gli arretrati.

Si ricorda, comunque, che l’assegno unico per i figli può essere pagato tramite:

  • accredito su rapporti di conto dotati di IBAN, area SEPA, intestati al richiedente e abilitati a ricevere bonifici (conto corrente, libretto di risparmio, carta prepagata);
  • bonifico domiciliato al richiedente presso lo sportello postale;
  • accredito sulla carta di cui all’articolo 5 del decreto-legge n. 4 del 2019, per i nuclei beneficiari di Rdc.

Concentriamoci su quest’ultimi.

Quando arriva l’assegno unico per chi prende il Reddito di Cittadinanza

Ci sono dei dubbi riguardo coloro che prendono il Reddito di Cittadinanza. La regola vuole che per questi l’assegno unico viene inglobato nell’importo mensile del Reddito di Cittadinanza, provvedendo a un ricalcolo dal quale ne consegue un aumento dello stesso.

Il Reddito di Cittadinanza, come noto, viene pagato intorno al 27 di ogni mese, quindi tutto lascia pensare che l’assegno unico arriverà alla fine di questo mese (per coloro che ne faranno domanda ovviamente).

Tuttavia, va detto che il pagamento di luglio avviene tenendo conto della posizione del nucleo familiare al 30 di giugno, quando dunque la domanda dell’assegno unico non si poteva ancora inviare.

Per questo motivo, quindi, è più probabile che gli effetti del ricalcolo per l’arrivo dell’assegno unico per i figli si vedranno con la mensilità in arrivo ad agosto 2021, fermo restando comunque che dovremo attendere le prossime settimane per averne la certezza.

Iscriviti a Money.it

Selezionati per te

Correlato

Assegno unico: cosa cambia dal 2022

Prestazioni a sostegno del reddito

Assegno unico: cosa cambia dal 2022