Apple ha licenziato i dipendenti che ascoltavano le conversazioni con Siri...

...300 persone solo in Irlanda, altre centinaia sparse tra più Paesi: il loro lavoro consisteva nell’ascoltare le conversazioni degli utenti con Siri

Apple ha licenziato i dipendenti che ascoltavano le conversazioni con Siri...

Apple ha licenziato centinaia di persone in diversi Paesi, che facevano parte dei team appositamente dedicati all’ascolto delle conversazioni con Siri, l’assistente vocale.

Tutti loro non erano contrattualizzati con la compagnia di Cupertino, ma dipendenti di società terze, e avevano come unico compito quello di ascoltare e trascrivere le registrazioni riprese dagli scambi tra gli utenti e Siri.

Solo a Cork, in Irlanda, sono state tagliate 300 persone, dopo che Apple ha chiuso il suo programma di ascolto delle registrazioni, che aveva ufficialmente lo scopo di migliorare le capacità di comprensione del sistema e di conseguenza la sua efficienza nel rispondere all’imput umano.

Ma team con competenze simili erano sparsi in diversi Paesi, elemento che rende possibile il fatto che possano essere anche migliaia i licenziamenti.

Apple ha licenziato i team dedicati all’ascolto di Siri

Alla base della circostanza ci sono le inchieste portate avanti da Guardian e Bloomberg, che hanno fatto luce sull’abituale prassi di colossi come Amazon, Google e Apple di ascoltare gli scambi di battute tra gli utenti e i propri personali smart assistant, da Alexa a Google Home arrivando proprio a Siri.

La circostanza, ai limiti della legalità in ottica privacy, ha portato tutte le compagnie a rivedere i loro piani, anche considerando le attenzioni dell’Antitrust. Tanto che Apple si è pubblicamente scusata con tutti gli utenti di Siri, per l’inadeguata attenzione ai loro dati.

Dettagli riportati prima dal Guardian e poi ripresi da decine di testate riportavano infatti l’ascolto di conversazioni private, coppie che facevano sesso, persino un’aggressione fisica in ambito domestico:

“Come risultato della nostra revisione, abbiamo realizzato di non essere stati interamente all’altezza dei nostri alti ideali. Per questo ci scusiamo”.

Chiuso il programma d’ascolto, a rimetterci sono stati centinaia di dipendenti - forse migliaia - addetti alla trascrizione, licenziati in massa con possibilità nulle di rientrare sul servizio, che molto difficilmente potrà essere riattivato anche in altre forme.

Solo poche settimane fa il Garante per la Privacy del Lussemburgo - ente preposto alla concorrenza dell’Unione Europea - ha vagliato le modalità d’utilizzo dei dati personali tratti dai dispositivi Echo da parte di Amazon.

È stata la grossa popolarità dei cosiddetti altoparlanti intelligenti a far crescere le preoccupazioni di utenti e Authority, riguardanti principalmente la gestione delle registrazioni di persone che interagiscono con i loro assistenti vocali, nell’intimità delle loro abitazioni.

Iscriviti alla newsletter Tecnologia per ricevere le news su Apple Inc.

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.