Argento: persiste la debolezza, dove potrebbe esaurirsi il downtrend?

Le quotazioni del metallo grigio sono in difficoltà da diverso tempo. Si sta però avvicinando un importante supporto dove i compratori potrebbero farsi avanti e far rimbalzare i prezzi

Argento: persiste la debolezza, dove potrebbe esaurirsi il downtrend?

Prosegue la discesa dell’argento che con un dollaro americano tornato molto forte e un metallo giallo in discesa non riesce a ritrovare un supporto valido per rialzare la testa. Secondo alcuni esperti però, i corsi avrebbero delle possibilità per cambiare questo trend (clicca qui per approfondire).


Argento, grafico settimanale. Fonte: Bloomberg

Osservando un grafico di medio periodo come quello settimanale, si nota come dopo una timida fase di rimbalzo iniziata a metà dello scorso settembre (sulla scia del rally che ha avuto l’oro) i prezzi del silver sono tornati a scendere, trascinandosi al di sotto della metà dell’impulso rialzista delle scorse ottave.

Dopo aver preso una pausa dall’aumento di pressione di vendita dovuta alla rottura della trendline che collega i minimi del 15 dicembre 2015 a quelli del 13 gennaio 2017, i corsi sembrano ora puntare ai low del 2016, posti a 13,6842 dollari.
Su questo livello la forza degli operatori ribassisti potrebbe prendere una pausa, dopo l’incessante dominio dal 2011.

Nel caso in cui venisse raggiunto tale supporto, si avrebbero buone possibilità per la formazione di una divergenza di inversione rialzista con l’oscillatore RSI.

Al momento però non sussistono le condizioni per un’inversione nel brevissimo periodo: a livello grafico si dovrebbe infatti attendere un ritorno dei prezzi al di sopra dell’area di 18 dollari, ben distante dalle quotazioni attuali ma che, se raggiunta, annullerebbe gran parte del declino fatto negli ultimi due anni.

Fai trading ora con eToro Demo gratuita

Strategie operative sull’argento


Elaborazione Ufficio Studi di Money.it

Da quanto emerso dall’analisi, sembrerebbe che il downtrend abbia ancora un po’ di spazio prima di fornire un primo segnale di esaurimento.
In tal senso, in ottica di medio periodo, si potrebbero valutare operazioni di matrice long in area 13,6482 dollari. In tal caso, lo stop loss andrebbe posto a 12,30 dollari, l’obiettivo principale a 15,20 dollari mentre l’obiettivo finale a 15,70 dollari.

Iscriviti alla newsletter per ricevere le news su analisi tecnica

Condividi questo post:

Commenti:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.