Eur/Usd: poche emozioni dopo Draghi, operatività impostata sul double bottom a 1,13

Continua la fase di debolezza sul cambio dell’euro/dollaro. Sul grafico giornaliero e settimanale si può individuare un’area dove le quotazioni potrebbero rifiatare e costruire un pattern d’inversione

Eur/Usd: poche emozioni dopo Draghi, operatività impostata sul double bottom a 1,13

Seduta che denota incertezza sul cambio Eur/Usd, poco mosso nell’ultimo giorno dell’ottava. Gli operatori stanno infatti attendendo i dati macroeconomici relativi al PIL americano riferito al terzo trimestre del 2018, in uscita alle 14:30 di oggi.

Le parole del governatore della BCE Mario Draghi nella conferenza stampa di ieri hanno sostanzialmente confermato la politica monetaria (per approfondire) e non hanno regalato grandi emozioni al cambio, che ha chiuso la giornata di contrattazioni in leggero calo.


Eur/Usd, grafico giornaliero. Fonte: Bloomberg

Sul grafico giornaliero si nota come i corsi, dopo aver rotto i supporti posti a 1,1530 e 1,15, sembrino diretti in area 1,13, dove avrebbero la possibilità di costruire un pattern di double bottom con i precedenti minimi del 15 agosto 2018. Tale obiettivo dei prezzi verrebbe confermato anche dalla linea di tendenza collegante i massimi del 24 agosto 2015 a quelli del 3 maggio 2016, che si vede chiaramente dal grafico settimanale.

La zona compresa tra 1,13 e 1,1284 risulta fondamentale: se dovesse tenere darebbe modo alla moneta unica di rialzare la testa nei confronti del biglietto verde. Al contrario, se l’area dovesse cedere, porterebbe ad un aumento della pressione di vendita che farebbe proseguire la tendenza ribassista in cui sono inseriti i prezzi.

Dato che la struttura del l’impulso iniziato lo scorso 15 agosto si è deteriorata, risulta pericoloso cercare di intercettare un eventuale rimbalzo prima che il prezzo giunga a ridosso dei livelli menzionato prima.

Fai trading ora con eToro Demo gratuita

Strategie operative su Eur/Usd


Elaborazione Ufficio Studi di Money.it

Vista la conformazione tecnica del cambio, si potrebbe approfittare dell’importanza dei supporti segnalati nell’analisi per valutare strategie di matrice rialzista. In tal caso, il punto di entrata si potrebbe trovare a 1,1290, lo stop loss a 1.1240 e l’obiettivo principale a 1,1350. Un obiettivo più ambizioso è invece localizzato a 1,1420.

Iscriviti alla newsletter per ricevere le news su analisi tecnica

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.