Trendline: cosa sono e come utilizzare le linee di trend nell’analisi tecnica

Come utilizzare le trendline in analisi tecnica nel Forex e negli altri mercati? Ecco cosa sono le trendline, il loro funzionamento e quali sono le strategie migliori per guadagnare.

Le trendline sono uno strumento essenziale di analisi tecnica, per questo è necessario conoscere nel dettaglio non solo cosa sono ma anche come utilizzare le trendline all’interno di una strategia di analisi tecnica vincente, sia sul Forex che su qualsiasi altro mercato finanziario.

Infatti, le trendline costituisco una delle basi di analisi tecnica utili ad individuare le zone importanti di supporto e resistenza.

Cosa sono le trendline? Come funzionano e quali strategie adottare seguendo le linee di trend? Ecco una guida completa alle trendline e al loro utilizzo.
Le trendline sono uno degli elementi più semplici a disposizione dei Forex trader - ma non solo - essere utilizzate su qualsiasi coppia di valute e su qualsiasi timeframe.

Nonostante la semplicità, le trendline nel Forex devono essere utilizzate seguendo dei giusti criteri per avere un’indicazione valida e puntuale.
Le trendline nel Forex, infatti, sono uno strumento per decidere quando entrare o uscire da una posizione.

Trendline: cosa sono?

Una trendline è con ogni probabilità lo strumento base più utilizzato nell’analisi tecnica. Le trendline, infatti, sono molto semplici da comprendere e possono essere utilizzare insieme ad altri strumenti con estrema rapidità. Come da definizione, la trendline è una linea che connette due o più minimi o due o più massimi.
La direzione della trendline può essere proiettata nel futuro, cercando di comprendere dunque quale sarà l’andamento della quotazione nel breve termine.

Generalmente, i Forex trader vedono la proiezione nel breve termine delle trendline e fanno trading sui prezzi in prossimità, o anche su un rimbalzo del prezzo sulla trendline.

In altre parole, le trendline (o linee di tendenza) sono rette tracciate obliquamente in modo tale da accompagnare la tendenza in corso. Possono essere utilizzate non solo come supporti o resistenze dinamiche, ma anche per identificare eventuali cambiamenti del trend a seguito del breakout della trendline stessa.
Ma come comprendere se la trendline che abbiamo tracciato è solida e corretta?

Come tracciare una trendline?

Per tracciare una trendline basta disegnare una retta che connette due o più minimi swing e due o più massimi swing. Per tutti coloro che non hanno mai sentito parlare di minimi e massimi “swing”, intendiamo tutti i punti più alti e più bassi che si creano con l’oscillazione del prezzo.

Per approfondire: Come fare “swing trading” sui livelli chiave del prezzo

Una volta connessi tutti i massimi con i massimi o i minimi con i minimi, per essere valida la a trendline non deve essere stata rotta da nessuna candela.

Ecco qui due esempi di trendline:


Come utilizzare le trendline?

Nella prima immagine troviamo una trendline che unisce due massimi ma, tra questi, la quotazione ha rotto la linea che abbiamo tracciato, rendendo così la trendline non più valida.

Il risultato che vogliamo ottenere, invece, è quello presente nella seconda immagine, in cui i due massimi sono connessi da una trendline intatta. Questa è una trendline valida che è pronta a mostrare una proiezione sull’andamento del prezzo in futuro.

La prossima volta che la quotazione si avvicinerà alla trendline potrebbe rimbalzare. Una buona strategia su questo tipo di configurazione grafica è l’utilizzo degli ordini Entry. Gli ordini di entrata, infatti, possono essere impostati in precedenza per aprire una posizione ad un prezzo specifico.

È consigliabile impostare gli ordini di entrata diversi pips al di sopra di una trendline di supporto o diversi pips al di sotto di una trendline di resistenza. In questo modo, se il prezzo reagisce prima di arrivare al trendline, si ha ancora la possibilità di entrare.

Bisogna ricordare che se ci sono molti trader ad attendere la reazione di un determinato prezzo come supporto/resistenza, c’è la possibilità di una concentrazione molto alta di ordini sugli stessi livelli. Questi ordini possono anche impedire al prezzo di raggiungere la trendline.

Trendline: le caratteristiche di una linea di trend valida

Le trendline, ripetiamo, collegano due - o più - minimi e massimi. Anche più punti, quindi: questo perché le trendline possono continuare ad essere valide nel tempo e veder rimbalzare il prezzo al loro interno più volte. Generalmente, più volte la trendline viene colpita al suo interno dal prezzo senza essere rotta, più diventa importante.
Ma, come ogni cosa, le trendline non possono durare per sempre. Dopo svariati rimbalzi, è plausibile attendersi una rottura della linea di trend.

Il primo motivo per cui questa ultima affermazione è necessariamente vera è che possiamo connettere due punti qualsiasi su un grafico. Solo perché troviamo due massimi ben distinti nelle ultime 50 barre sul grafico e disegnamo una linea che le collega questo non significa che sia necessariamente una trendline valida. Il risultato che abbiamo è una trendline potenziale.

Per ottenere una vera trendline valida, abbiamo bisogno di vedere il prezzo rimbalzare sulla linae di trend che abbiamo disegnato tra i primi due punti. In altre parole, c’è bisogno di un terzo minimo/massimo per validare una trendline solida.
Una volta individuato il terzo punto, la linea di trend può essere un buon punto di partenza per cercare opportunità sul mercato quando i prezzi si avvicineranno ancora alla trendline.

Nonostante l’individuazione di un terzo minimo o massimo sia raccomandata prima di cercare un’opportunità di trading, non è strettamente necessario.
Ogni volta che il prezzo rimbalza dalla stessa trendline, diventa sempre più probabile che anche altri stiano monitorando la stessa trendline e adottando la nostra stessa strategia.

Strategie per guadagnare con le trendline

Un motto inglese, ormai diffuso a livello internazionale, recita: “The trend is your friend!” (il trend è tuo amico). La stessa regola vale anche nel trading con le trendline. Per i trader con esperienza, questo significa semplicemente comprare sui supporti rialzisti e vendere sulle resistenze ribassiste.
Per i trader alle prime armi, ecco spiegato cosa significa nel dettaglio e come riuscire a guadagnare con il trading grazie anche alle trendline.

Compra sulle trendline con supporti rialzisti

Una trendline che punta versa l’alto indica che il prezzo sta salendo, quindi cercheremo opportunità di acquisto. L’occasione migliore si verifica quando il prezzo scende e si avvicina alla trendline per poi rimbalzare e tornare a salire.

Vendi sulle trendline con resistenze ribassiste

Una trendline composta dall’unione di resistenze sempre più basse indica che il prezzo sta scendendo, quindi cercheremo opportunità di vendite quando il prezzo è in rialzo e si avvicina alla trendline che ha già causato un rimbalzo in precedenza.

Fare trading solo nella direzione del trend ci permette di sfruttare dei potenziali rimbalzi sulla trendline nel modo più efficiente possibile. Anche se non sono sempre trade vincenti, i pips guadagnati potrebbero essere di più di quelle ottenuti andando contro il trend.
Esiste anche la possibilità di posizionarsi sulla rottura della trendline invece che su un rimbalzo, ma è una tecnica più complessa e avanzata.

Perché usare le trendline

Le trendline sono uno strumento molto semplice da usare. Si connettono, in modo molto intuitivo, uno o più punti di un grafico.
Speriamo che questa spiegazione abbia gettato le base per comprendere i principi del funzionamento dell’analisi tecnica.

Ricordiamo di assicurarsi che la trendline che disegniamo stia connettendo due o più minimi o due o più massimi, ma senza una rottura della linea tra un punto e l’altro.
Per avere una conferma della trendline è sempre bene verificare la presenza di almeno un terzo punto. Sfrutta l’andamento del trend segnalato dalla trendline e cerca opportunità di acquisto in un mercato rialzista e opportunità di vendita in un mercato ribassista.

Iscriviti alla newsletter Formazione Finanziaria

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.