Eur/Usd: quadro tecnico in miglioramento, nuove operazioni long sopra 1,1500

Il quadro tecnico del cambio principale è in miglioramento. Tuttavia, la presenza di una resistenza statica poco al di sopra degli attuali prezzi potrebbe ostacolare un eventuale spunto rialzista. Impostiamo le strategie operative

Eur/Usd: quadro tecnico in miglioramento, nuove operazioni long sopra 1,1500

I corsi del cambio Eur/Usd si attestano a 1,1458 in flessione dello 0,14%. Dopo il ribasso segnato nell’ultima ottava a seguito dei NonFarm Payrolls statunitensi risultati sopra le attese, le quotazioni hanno testato per la quarta volta il livello supportivo dinamico che conta il minimo registrato il 13 novembre a 1,1216 con il minimo il 14 dicembre a 1,1269.


Eur/Usd, grafico giornaliero. Fonte: Bloomberg

A seguito di questo test del livello dinamico i corsi hanno ritrovato forza portandosi dapprima al di sopra della media mobile semplice a 20 periodi, ora transitante a 1,1386. Successivamente, inoltre, hanno provocato la rottura della trendline discendente di lungo corso che collega il massimo segnato il 17 aprile 2018 a 1,2413 con il massimo segnato il 24 settembre 2018 a 1,1815.

A rafforzare la view a favore dei compratori il fatto che oggi i corsi abbiano effettuato un pullback proprio a ridosso di questo livello, ora transitante a 1,1432 in corrispondenza dei minimi di seduta. Questo farebbe pensare che le quotazioni possano essere pronte per un ulteriore spunto rialzista.

Alla luce della struttura tecnica di breve periodo in confluenza con il quadro tecnico di più ampio respiro, si potrebbero implementare strategie di matrice long. I corsi del cambio principale, infatti, con il minimo segnato il 13 novembre a 1,1216, hanno testato la trendline discendente di lungo periodo visibile molto chiaramente sul timeframe mensile. Questo livello dinamico collega il massimo segnato nell’agosto 2015 a 1,1714 e successivamente nel mese di maggio 2016 a 1,1616.


Eur/Usd, grafico mensile. Fonte: Bloomberg

Fai trading ora con eToro Demo gratuita

Strategie operative su Eur/Usd


Elaborazione Ufficio studi di Money.it

Alla luce delle indicazioni grafiche visibili sui timeframe giornaliero e mensile si potrebbero implementare strategie di matrice rialzista. Tuttavia la presenza del livello resistenziale statico a 1,1500, poco al di sopra degli attuali prezzi di contrattazione, potrebbe essere un forte ostacolo per i compratori. A tal proposito l’operatore più conservatore potrebbe attendere la rottura al rialzo proprio di questo livello. In tal caso un primo obiettivo di profitto potrebbe essere identificato sul massimo del 16 ottobre a 1,1621, mentre un target finale potrebbe essere collocato sul massimo registrato il 24 settembre 2018 a 1,1815. Per questo tipo di operatività lo stop loss potrebbe essere posizionato poco al di sotto l’attuale minimo di giornata a 1,1432.

Iscriviti alla newsletter per ricevere le news su analisi tecnica

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.