Variante Covid, ora in Italia serve il lockdown: nuova stretta dopo Natale?

Fiammetta Rubini

22/12/2020

13/04/2021 - 16:39

condividi

La nuova variante di coronavirus, trovata anche in Italia, si diffonde più rapidamente. Gli esperti avvisano: i contagi aumenteranno dopo Natale e ciò porterà a restrizioni ancora più severe.

Variante Covid, ora in Italia serve il lockdown: nuova stretta dopo Natale?

La nuova variante di coronavirus? Ora in Italia servirà una stretta più dura. Ne è convinto il professor Walter Ricciardi, consigliere del ministro della Salute e rappresentante dell’Italia all’OMS. 


La variante inglese del virus Sars-Cov-2 dal Regno Unito ha oltrepassato i confini ed è stata trovata anche in Italia, Australia, Islanda, Danimarca e Olanda. Non ci sono prove che questa mutazione del virus sia più letale o causi sintomi più gravi o che sia resistente ai vaccini approvati, ma dagli studi effettuati finora risulta molto più contagiosa.

Ciò significa che per frenare la sua diffusione più rapida del coronavirus originale è necessario prendere seri provvedimenti prima che sia troppo tardi.

I Paesi hanno già agito sospendendo i voli con il Regno Unito, ma ora il prof. Ricciardi lancia un avvertimento, e dice che probabilmente con la nuova variante già in circolazione in Italia nuove chiusure più severe saranno inevitabili.

Variante Covid: Italia verso lockdown a gennaio?

“Ciò che mi fa arrabbiare”, ha detto Ricciardi in un’intervista al Messaggero, “è che gli inglesi sapevano già da settembre che questa variante di Covid era in circolazione. Hanno taciuto e non ci hanno avvertito. La contagiosità è quasi doppia, virulenza più alta. Ora serve il lockdown o comunque misure molto severe”.

In queste condizioni, afferma il consigliere di Speranza, sarà difficile riaprire le scuole il 7 gennaio. “A Natale si rischia una nuova impennata dei contagi”.

Ma il problema, continua, non riguarda solo le giornate di Natale e Capodanno. “Avremo mesi in cui dovremo fare attenzione. Il periodo natalizio è particolare perché normalmente ci sono più incontri familiari e viaggi. Ma dobbiamo entrare nell’ottica che questa sarà una battaglia di lunga durata. Adesso, come nel prossimo futuro, dovremo stare molto attenti”.

Vietare gli spostamenti

Il nuovo ceppo di Covid-19 ha causato l’allarme nell’Europa continentale, portando quasi tutti i Paesi UE a emettere divieti di viaggio in UK nel tentativo di impedire la diffusione della mutazione a livello locale. Boris Johnson in conferenza stampa ha detto che la nuova variante è il 70% più trasmissibile dei ceppi esistenti e probabilmente responsabile del nuovo boom di infezioni a Londra e nel sud dell’Inghilterra. Risulta essenziale evitare spostamenti e adottare misure restrittive ancora maggiori data la rapida trasmissibilità della variante del Covid-19.

Non è d’accordo il prof. Peter Kremsner, direttore del Tübingen University Hospital in Germania, che ha detto a DW che non vede motivi validi per limitare i viaggi da o verso la Gran Bretagna. “La chiusura delle frontiere non è comunque una buona idea, soprattutto nell’Unione europea, ha detto. Dobbismo lavorare insieme all’interno degli Stati membri e insieme per combattere questa pandemia”. 


Argomenti

# Italia

Iscriviti a Money.it