Vaccino Covid obbligatorio per gli operatori sanitari

Martino Grassi

24 Febbraio 2021 - 10:50

condividi
Facebook
twitter whatsapp

Il vaccino contro il Covid sarà obbligatorio per gli operatori sanitari della Puglia. La legge, approvata dal Consiglio regionale, è rivolta a tutti i sanitari delle strutture del SSN della regione.

 Vaccino Covid obbligatorio per gli operatori sanitari

Il vaccino contro il Covid sarà obbligatorio per gli operatori sanitari della Regione Puglia, a stabilirlo una nuova legge approvata dal Consiglio regionale con 28 voti favorevoli che ha come obiettivo la prevenzione e il controllo della trasmissione dell’infezione.

Il nuovo provvedimento sarà rivolto esclusivamente agli operatori sanitari che lavorano all’interno delle strutture facenti capo al servizio sanitario nazionale (SSN).

Vaccino Covid obbligatorio per gli operatori sanitari

Il vaccino contro il Covid sarà obbligatorio per gli operatori sanitari della Puglia. La proposta di legge è stata presentata da Fabiano Amati, il presidente della I Commissione, e nonostante il vaccino del Covid resti del tutto volontario, il nuovo provvedimento è coerente con le disposizioni di sicurezza previste dalla legge regionale 19 del 2018 e del successivo regolamento attuativo, in materia di prevenzione e controllo della trasmissione delle infezioni con particolare riferimento all’epatite B, morbillo, parotite, rosolia, varicella, difterite, tetano, pertosse, influenza e tubercolosi.

Chi non volesse sottoporsi alla vaccinazione dunque non potrà più accedere ai reparti degli ospedali e dei vari istituti di cura, dal momento che il provvedimento ha come obiettivo quello di prevenire l’infezione e proteggere la salute delle persone che frequentano i centri medici.

Al momento la Puglia è la prima regione d’Italia che ha deciso di introdurre questo nuovo provvedimento, ma non è escluso che in seguito anche altre regioni possano seguire le sue orme. In tutto il Paese infatti le varianti di coronavirus continuano a correre e per scagionare la possibilità di una terza ondata potrebbero rendersi necessarie delle misure più stringenti e rigide.

Ancora pochi operatori sanitari vaccinati

Amati ha commentato l’approvazione delle nuova legge con un video postato sui suoi canali social, affermando che:

“La decisione della Puglia di rendere efficace l’obbligo anche per la vaccinazione anti-Covid-19 è una decisione politica accordata con salute e scienza, sulla scia di una legge già vigente approvata nella scorsa legislatura su proposta della collega Francesca Franzoso e dichiarata pienamente costituzionale con sentenza scritta da Marta Cartabia, attuale ministro della Giustizia”.

Il presidente della Commissione bilancio e programmazione ha poi aggiunto che al momento la percentuale di operatori sanitari non vaccinati resta altissima, e proprio per questo motivo si è reso necessario un provvedimento che li rendesse idonei per svolgere “l’attività in reparti a rischio, come oncologia, ematologia, pneumologia, malattie infettive, sale operatorie, terapia intensiva ed altri, e pregiudicano la formazione dei turni di lavori.

Iscriviti alla newsletter

Money Stories
SONDAGGIO