USA 2020: Trump ammette la vittoria Biden, poi ci ripensa

Dopo più di una settimana dall’arrivo dei risultati, Trump ha finalmente parlato pubblicamente della vittoria dell’avversario. Ma questo non significa che sia finita

USA 2020: Trump ammette la vittoria Biden, poi ci ripensa

Alla fine, Donald Trump lo ha ammesso, Joe Biden ha vinto. A più di sette giorni dalle elezioni del 3 novembre, il presidente degli Stati Uniti ha finalmente parlato pubblicamente della conquista della Casa Bianca da parte dell’avversario democratico. Non per questo, però, il tycoon ha intenzione di concedere la vittoria. Proseguono infatti le azioni legali, guidate dal suo avvocato, l’ex sindaco di New York Rudy Giuliani.

Secondo le ultime proiezioni, Biden vincerà con 306 voti collegiali contro i 232 di Trump, con un vantaggio di oltre 5,5 milioni di voti. Il presidente eletto entrerà in carica a partire dal 20 gennaio prossimo.

Donald Trump ammette di aver perso

Domenica 15 novembre Donald Trump ha parlato per la prima volta in pubblico della propria sconfitta davanti al candidato democratico alle elezioni presidenziali d’inizio mese. Le dichiarazioni sono state fatte davanti a un gruppo di reporter, fra cui quelli di NBC News.

Poco dopo, però, l’inquilino della Casa Bianca ha parzialmente smentito, twittando che Biden ha vinto solo perché le elezioni erano “truccate”. “Io non concedo nulla”, ha tuonato Trump sul social media.

Biden, secondo Trump, ha vinto solo “agli occhi dei media fake news”. “Abbiamo una lunga strada da fare. Sono state elezioni truccate”, ha aggiunto il tycoon. Continuano, tuttavia, a non essere presentate prove su queste affermazioni sul voto.

Trump, nel 2024 si candida Ivanka?

Le dichiarazioni di Trump, tuttavia, non sono passate inosservate, e alcuni ritengono che potrebbe farsi strada un cambiamento nella comunicazione del presidente uscente. Un funzionario della Casa Bianca, cui un reporter ha chiesto se Trump avesse ammesso la sconfitta, ha risposto “Sembra di sì”. Il funzionario ha aggiunto che questo potrebbe essere l’inizio di una transizione più morbida verso il mandato di Biden.

Secondo fonti interne alla Casa Bianca, a spingere perché Trump si ritiri definitivamente è soprattutto Ivanka Trump, che lo stesso padre vede come sua erede politica e che potrebbe candidarsi alle presidenziali del 2024.

Iscriviti alla newsletter

Money Stories
SONDAGGIO

1702 voti

VOTA ORA