Trasmissione corrispettivi: nuove modalità di invio dal 2019

Il Registratore Telematico è l’unica modalità di trasmissione telematica dei corrispettivi dal 2019, lo ha chiarito l’Agenzia delle Entrate con la risposta n. 118 del 19 dicembre 2018. Entratel e Fisconline non saranno più utilizzabili da imprese e Partite IVA.

Trasmissione corrispettivi: nuove modalità di invio dal 2019

Trasmissione telematica dei corrispettivi: con la risposta n. 118 del 19 dicembre 2018 l’Agenzia delle Entrate ha fornito chiarimenti in merito al nuovo sistema basato sui Registratore Telematico.

Dal 1° gennaio 2019 non è più possibile utilizzare i canali Entratel o Fisconline per la trasmissione telematica dei corrispettivi dal momento che tale modalità non sarà più valida.

Ad oggi, ma comunque solo fino alla fine del 2018, tale modalità di trasmissione telematica dei corrispettivi giornalieri può essere utilizzata esclusivamente dalle imprese che hanno scelto di avvalersene entro il 2016 e dunque prima della soppressione avvenuta nel 2017.

Infatti dal 1° gennaio 2019 l’unica modalità digitale prevista per la trasmissione dei corrispettivi sarà per mezzo dell’utilizzo di registratori telematici (RT) e degli strumenti hardware e software necessari per l’operazione.

L’Agenzia delle Entrate ha fornito chiarimenti in merito alla trasmissione telematica dei corrispettivi anche alla luce delle ultime novità previste dal decreto fiscale 2019 convertito in legge lo scorso 13 dicembre.

Trasmissione telematica dei corrispettivi: solo con RT dal 2019

Con la risposta n. 118 del 19 dicembre 2018 l’Agenzia delle Entrate affronta la questione della trasmissione telematica dei corrispettivi.

La società interpellante ha richiesto alle Entrate la possibilità di continuare ad utilizzare per il 2019 l’opzione di trasmissione telematica dei corrispettivi giornalieri tramite il canale Entratel che ne prevedeva l’invio entro il quindicesimo giorno lavorativo successivo alla scadenza del mese di riferimento.

L’Agenzia delle Entrate ha risposto negativamente alla richiesta della società dal momento che tale modalità di trasmissione telematica dei corrispettivi è stata sostituita dal nuovo sistema basato sull’utilizzo dei RT.

Agenzia delle Entrate - risposta n. 118 del 19 dicembre 2018
La risposta n. 118 del 19 dicembre 2018 con cui l’Agenzia delle Entrate fornisce chiarimenti in merito alla corretta modalità di trasmissione telematica dei corrispettivi.

Trasmissione dei corrispettivi: registratori telematici o scontrino fiscale, le due vie per il 2019

Il nuovo sistema di trasmissione telematica basato sull’utilizzo dei Registratore Telematico sarà obbligatorio per tutti i titolari di Partita IVA a partire dal 1° gennaio 2020, tuttavia i soggetti con volume d’affari superiore a 400.000 euro sono tenuti all’obbligo già dal 1° luglio 2019.

L’Agenzia delle Entrate spiega che i registratori telematici per l’invio digitale dei corrispettivi introdotti come sistema facoltativo di trasmissione dei dati, per via delle modifiche apportate dal decreto fiscale 2019 convertito nella legge n. 136 in data 13 dicembre 2018 diventerà obbligatorio nelle modalità sopracitate.

Essendo inoltre decaduto per tutti l’utilizzo dei canali Entratel e Fisconline, a partire dal 1° gennaio 2019 non sarà più possibile utilizzare tale vecchio sistema di trasmissione telematica dei corrispettivi.

Pertanto, fino all’entrata in vigore dell’obbligo di trasmissione telematica dei corrispettivi, le imprese avranno a disposizione due opzioni:

Iscriviti alla newsletter Fisco e Tasse per ricevere le news su Scontrino fiscale

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.