Tasi 2014 Roma, si paga a ottobre. Decise aliquote e detrazioni. Ecco chi deve versare e quanto

Tasi 2014 Roma si paga entro il 16 ottobre: ecco le aliquote per prime, seconde case e tutti gli altri immobili. Decise anche le detrazioni. Tutte le informazioni

Domani, 10 settembre, scade il termine entro il quale i Comuni devono decidere l’aliquota della Tasi 2014 per ricevere il pagamento entro il prossimo 16 ottobre.

Nelle città in cui non si arriverà ad una decisione entro questa data, i contribuenti saranno chiamati a versare l’imposta in un’unica rata entro il 16 dicembre e con un’aliquota base dell’1 per mille.

All’interno di questo panorama, Roma rappresenta un’eccezione. Benché infatti l’Assemblea Capitolina avesse fissato l’aliquota al 2,5 per mille in tempo per rispettare la scadenza di giugno, qualcosa è andato storto. A spiegare cosa fosse successo in quel frangente era intervenuto Mirko Coratto, presidente della stessa assemblea:

“Molti comuni hanno deliberato il bilancio in tempo e così è stato anche a Roma: io ho tanto insistito con grandissima determinazione perché quest’anno dopo tanti anni Roma tornasse su un binario di un’amministrazione sana e quindi che votasse in giunta entro aprile il proprio bilancio. Lo abbiamo fatto, abbiamo scritto un bilancio di equità sociale. Purtroppo l’Assemblea capitolina nella sua insindacabile autonomia ha deciso di valutare le decisioni della giunta dopo le elezioni europee e questo evidentemente porterà a un ritardo dell’approvazione del bilancio e quindi la Tasi non potrà essere pagata a giugno e a dicembre ma molto probabilmente non potrà essere pagata prima di ottobre”.

Tasi 2014 Roma: Quanto si paga?
I romani dunque dovranno pagare la Tasi su prime, seconde case e altri immobili entro il prossimo 16 ottobre. L’aliquota sulle abitazioni principali è stata fissata al 2,5 per mille. Per quanto riguarda gli altri immobili, valgono le seguenti aliquote:
- case di lusso: 1 per mille,
- fabbricati rurali ad uso strumentale 1 per mille,
- seconde case e altri immobili: 0,8 per mille (con l’Imu si arriva dunque all’11,4 per mille).

Ricordiamo che, in caso di affitto, a Roma dovranno versare sia i proprietari che gli inquilini. Questi ultimi dovranno corrispondere il 20% dell’imposta, mentre l’80% sarà a carico dei proprietari. La regola vale per tutte le unità immobiliari è occupate da un soggetto diverso dal titolare del diritto reale sul cespite per un periodo superiore ai sei mesi nel corso dello stesso anno solare.

Tasi 2014 Roma: detrazioni
Il Comune di Roma ha inoltre deciso di applicare le seguenti detrazioni:

- 110 euro di detrazione sugli immobili con rendita iscritta in catasto fino a 450,00 euro;
- 60 euro di detrazione sugli immobili con rendita tra 451,00 e 650,00 euro;
- 30 euro di detrazione sugli immobili con rendita catastale tra 651 e 1.500 euro.

Tasi 2014 Roma: come pagare?
Per versare l’imposta sui servizi indivisibili i cittadini possono scegliere tra due modalità:
- tramite apposito bollettino postale,
utilizzando il modello F24.

Iscriviti alla newsletter Fisco e Tasse

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.