TIM accelera sulla banda ultralarga: è in oltre 4.700 comuni

4.700 i comuni italiani che hanno a disposizione la banda ultralarga TIM, che solo negli ultimi 7 mesi è arrivata in 2.700 nuove città

TIM accelera sulla banda ultralarga: è in oltre 4.700 comuni

TIM accelera sulla banda ultralarga, presente ora in 4.700 comuni ma con un processo d’avanzamento sempre più rapido, che ha portato la cosiddetta ultrabroadband a circa 2.700 nuovi comuni solo negli ultimi 7 mesi.

Si tratta dell’impegno al momento maggiore per il colosso tlc italiano, che punta a garantire una linea internet veloce sulla gran parte del territorio, con un obiettivo già calendarizzato per il 2021.

È questo infatti l’anno entro cui la compagnia guidata da Luigi Gubitosi mira a superare il gap tecnologico che divide l’Italia, e che non permette alle ’aree bianche’ di poter usufruire di un servizio soddisfacente.

Lavorare e studiare a distanza assumono in un simile momento un’importanza vitale, vista la pandemia di coronavirus che rivoluziona abitudini, quotidianità e le stesse possibilità all’interno del Paese.

Oltre 200 sono i comuni raggiunti solo nell’ultimo mese dalla compagnia, con una decisa accelerata dei programmi di cablaggio e del potenziamento della rete.

TIM accelera sulla banda ultralarga: è in oltre 4.700 comuni

A partire da marzo del 2020, TIM ha portato la copertura ultrabroadband in 2.700 nuovi comuni, con un lavoro che si è rivelato fondamentale anche in ottica lockdown e relative restrizioni per tutti gli italiani.

L’impegno della compagnia però non si ferma, seguendo quota 9 famiglie su 10, per le quali presto sarà a disposizione l’ultrabroadband, con previsioni che parlano di dicembre 2020.

L’obiettivo per il 2020 parla infatti di 5.000 comuni in totale, per la maggior parte riferibili alle cosiddette ’aree bianche’, ovvero le zone prevalentemente rurali o a bassa densità abitativa.

Già quest’estate Luigi Gubitosi, ad TIM, non ha nascosto la soddisfazione per l’avanzamento dei lavori e per gli step rapidamente effettuati, in ottica di un deciso cambio di assetto tecnologico per l’intero territorio, spiegando che l’azienda sta raggiungendo “risultati a favore del Paese in tempi record”:

“Andremo avanti su questa strada nell’interesse di cittadini, clienti e istituzioni con l’obiettivo di chiudere definitivamente il divario digitale nel nostro Paese e continueremo con il progetto Operazione Risorgimento Digitale per contribuire a chiudere anche il divario nelle competenze digitali”.

Argomenti:

Italia Internet TIM

Iscriviti alla newsletter

Money Stories