Space X: valutazione oltre i 30 miliardi di dollari

La compagnia fondata da Elon Musk starebbe avviando un aumento di capitale di circa 500 milioni per finanziare l’ambizioso progetto Starlink.

Space X: valutazione oltre i 30 miliardi di dollari

Potrebbe sfiorare un valore davvero stellare, Space X, la società di esplorazione spaziale fondata da Elon Musk.

La compagnia starebbe avviandosi, infatti, a chiudere un’operazione di aumento di capitale da 500 milioni di dollari che farebbe balzare la sua valutazione ben oltre i 30 miliardi di dollari.

L’innesto di capitale servirebbe a lanciare il nuovo progetto di Internet via satellite denominato Starlink, ma nei cassetti di Space X c’è anche un’altra idea progettuale, lo Starship, che rappresenterebbe il più grande sistema di razzi mai prodotto.

Un aumento di capitale da capogiro

Secondo quanto riportato dal Wall Strett Journal – che cita fonti vicine all’operazione - Space X sta avviando una raccolta da mezzo miliardo di dollari.
L’aumento di capitale voluto da Musk farebbe lievitare la valutazione della compagnia specializzata nella realizzazione di razzi spaziali a circa 30,5 miliardi di dollari, rispetto all’ultima valuation di 28 miliardi dello scorso mese di aprile.

L’innesto di nuova liquidità, secondo il giornale statunitense, dovrebbe essere garantito da azionisti esistenti e dal nuovo investitore Baillie Gifford. Quest’ultima è una società di investimento scozzese che è già in affari con Musk, visto che detiene il 7,5% di un’altra sua creatura, la Tesla.

Al momento, le indiscrezione rilanciate del Wsj non sono state confermate: né Space X né Baillie Gifford hanno inteso rilasciare dichiarazione in merito.

Il progetto Starlink

L’aumento di capitale cui starebbe lavorando Space X dovrebbe servire per finanziare uno dei progetti più ambiziosi del suo fondatore, lo Starlink. Musk vuole infatti creare un sistema di Internet via satellite affidabile e a basso costo dai numeri stratosferici: una costellazione di ben 4.425 satelliti, ai quali potrebbero aggiungersene altri 7.518 in futuro, in grado di offrire una velocità di banda larga paragonabile alle reti in fibra ottica.

La compagnia di Musk intende lanciare il nuovo sistema già nel 2019 per renderlo operativo nel più breve tempo possibile e comunque appena saranno dispiegati almeno i primi 800 satelliti.

Il successo del progetto - stimava Morgan Stanely poco più di un anno fa - potrebbe far salire la valutazione di Space X anche oltre i 50 miliardi di dollari.

Starlink ha ottenuto il via libera della Federal Communications Commission nel marzo scorso, ottenendo un risultato storico: è la prima volta che la Fcc autorizza una costellazione di satelliti con licenza Usa a fornire servizi a banda larga attraverso satelliti in orbita bassa.

Il progetto Starship

Ma Musk sta lavorando anche a un altro ambizioso progetto, lo Starship, il più grande sistema di razzi mai prodotto.

L’obiettivo di Space X è di portare l’uomo oltre l’orbita terrestre, facendolo approdare su Marte nel 2024, dopo una prima missione senza equipaggio prevista nel 2022.

Il visionario imprenditore, proprio una recente intervista alla Hbo, non ha escluso che lui stesso potrebbe recarsi sul pianeta rosso. Il costo stimato del sistema, che garantirà una capacità di 100 tonnellate di carico o di 100 passeggerei, si aggira intorno ai 5 miliardi di dollari.

In realtà, la missione sta registrando ritardi sulla tabella di marcia, ma Space X resta comunque una società da tenere d’occhio.

Non a caso, la compagnia di Musk ha conquistato il primo posto nell’annuale classifica Disruptor 50 della Cnbc, dedicata alle “aziende private le cui innovazioni stanno cambiando il mondo”.

Iscriviti alla newsletter Economia e Finanza per ricevere le news su Elon Musk

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.