Sondaggio governo Conte, i risultati: il premier deve andare avanti

I risultati del sondaggio di Money.it sul futuro del governo Conte indicano un 56% dei rispondenti che vogliono che il premier vada avanti con questo governo, a fronte di un 36% che invece spera in delle elezioni anticipate.

Sondaggio governo Conte, i risultati: il premier deve andare avanti

Giuseppe Conte avrebbe ancora il sostegno dei cittadini. Questo è l’esito del sondaggio di Money.it, al quale in 24 ore hanno risposto ben 17.501 lettori, dove si chiedeva quale sarebbe il futuro migliore per l’attuale esecutivo giallorosso alla luce delle tante voci di rimpasti, crisi di governo e per ultimo di elezioni anticipate, invocate di recente da Matteo Salvini che ha auspicato un accorpamento delle politiche all’election day del 20 e 21 settembre.

I risultati del sondaggio, che ricordiamo non ha valore scientifico ma soltanto indicativo visto che non è stato realizzato a campione, evidenziano come per il 56% dei rispondenti Conte debba andare avanti con questo governo, con un 3% che invece si è detto propenso a un rimpasto senza però cambiare premier.

Per il 36% invece l’unica soluzione per il Paese è quella del ricorso alle elezioni anticipate, magari da tenere a settembre come auspicato da Salvini, mentre il 5% vorrebbe un nuovo premier e una nuova maggioranza senza tornare alle urne.

Nonostante l’esito del sondaggio, resta complicata la posizione di Giuseppe Conte. Un anno dopo la crisi del Papeete, il premier infatti nonostante la nuova maggioranza si trova per la seconda estate consecutiva a essere messo in discussione.

La crisi economica generata dal coronavirus sta mettendo in difficoltà un esecutivo che, dopo aver fronteggiato i primi mesi dell’emergenza, adesso deve trovare la forza e le idee per quel cambio di passo fondamentale per far ripartire il Paese.

Tutto però sembrerebbe essere legato ai soldi che arriveranno da Bruxelles, visto che la partita sul Recovery Fund è tutt’altro che chiusa basti vedere le ultime dichiarazioni del premier olandese Mark Rutte, tanto che in molti sussurrano che il destino di Conte sarà legato al risultato che riuscirà a ottenere in Europa.

Se da una parte Matteo Salvini spinge per delle elezioni anticipate, Silvio Berlusconi adesso si è detto pronto a dare vita a una nuova maggioranza senza i 5 Stelle, mentre anche tra i pentastellati ci sarebbe una frangia di scontenti riguardo l’operato del premier.

Contando che Matteo Renzi ha sempre blindato la legislatura ma non questo governo e che il Partito Democratico, nonostante il buon feeling con Giuseppe Conte, non ha mai escluso nessuna ipotesi compreso il ricorso alle urne, per “l’avvocato del Popolo” la situazione sembrerebbe essere molto complessa.

Un sondaggio sul governo Conte

Non è un mistero che questo Conte bis sia nato obtorto collo, con l’unico scopo di evitare delle elezioni che sarebbero state vinte a mani basse da Matteo Salvini e che nel 2022, quando scadrà il mandato di Sergio Mattarella, in Parlamento ci fosse una maggioranza capace di votare un Presidente della Repubblica di stampo sovranista.

Ingoiato il boccone dell’essere diventati alleati, i giallorossi hanno prima superato la prova della legge di Bilancio trovandosi però poi a dover fare i conti con l’emergenza coronavirus che sta sconvolgendo il mondo intero.

Una sorta di tsunami che da un lato impone a tutte le forze politiche un grande senso di responsabilità, cosa che da noi in verità si è visto poco, ma che dall’altro sta mettendo in grande difficoltà una maggioranza che continua a perdere i pezzi.

I problemi per Giuseppe Conte infatti non sono solo di natura politica, sanitaria ed economica, ma anche numerica. A forza di addii nel Movimento 5 Stelle, al Senato la maggioranza è appesa al voto dei senatori a vita e a quello di diversi componenti del Gruppo Misto.

Matteo Salvini conta di continuare a fare shopping tra i pentastellati per dare la spallata definitiva al governo, al fine di tornare in tempi brevi alle urne per incassare l’attuale consenso popolare prima che la Lega scenda maggiormente nelle intenzioni di voto.

Ci sono poi le forti pressioni per la nascita di una sorta di governo istituzionale per fronteggiare la crisi, anche se al momento non sembrerebbero esserci le condizioni politiche per la nascita di un esecutivo del genere.

Alla luce di tutte queste situazioni, il futuro dell’attuale governo sembrerebbe essere una autentica sciarada tra voci di un rimpasto, di una nuova maggioranza e di piani per portare il Paese alle elezioni anticipate.

Lo scopo di questo sondaggio era quello di capire cosa potrebbe essere meglio per il Paese in questo momento politico così complicato, con la maggioranza dei partecipanti che ha espresso una sostanziale fiducia verso il premier Conte e il suo governo.

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories
SONDAGGIO