Ritorno a scuola: cosa succede se ci si ammala di COVID-19?

Ritorno a scuola: cosa succede e come ci si comporta se un alunno si ammala di COVID-19 nel prossimo anno scolastico lo ha spiegato la ministra dell’Istruzione Lucia Azzolina.

Ritorno a scuola: cosa succede se ci si ammala di COVID-19?

Ritorno a scuola: cosa succede se ci si ammala di COVID-19? Qual è il protocollo da seguire se un alunno o un insegnante presenta i sintomi della malattia proprio quando frequenta la classe?

A rispondere a questa domanda per il ritorno a scuola in sicurezza che ormai è ufficiale avverrà il prossimo 14 settembre è proprio la ministra dell’Istruzione Lucia Azzolina.

Quello del contagio da COVID-19 all’inizio del prossimo anno scolastico è una delle eventualità che si vuole scongiurare e non mancano le polemiche in merito: da quella sui banchi per il distanziamento alla messa in discussione della posizione della stessa titolare del Miur.

Tenere lontani i ragazzi, dal momento che la scuola è socialità, è quasi impossibile e pertanto la possibilità di contagi da COVID-19 proprio nelle scuole non è da sottovalutare.

Nella giornata odierna Miur e sindacati hanno definito la bozza dell’intesa per il ritorno a scuola nell’anno scolastico 2020/2021 in sicurezza tra test a campione e sierologici per il personale.

Intanto la ministra Azzolina ha annunciato che nel caso ci si ammali di COVID-19 a scuola, l’iter da seguire sarà il medesimo previsto per la Maturità 2020, con la classe in quarantena e osservazione individuale.

Ritorno a scuola: ecco cosa succede se ci si ammala di COVID-19

Per capire con il ritorno a scuola cosa potrebbe succedere se ci si ammala di COVID-19 basta ripescare le dichiarazioni più recenti della ministra dell’Istruzione Lucia Azzoliuna oltre al protocollo stabilito per la Maturità 2020, che tuttavia in quanto a facilità di gestione non è assolutamente paragonabile a un intero anno scolastico.

La ministra ha dichiarato proprio a La Stampa cosa potrebbe accadere nell’eventualità che qualcuno si ammali di COVID-19:

“Il modello potrebbe essere simile a quello utilizzato di recente per gli Esami di Stato. Tutti i compagni dovrebbero fare i tamponi e l’intera classe, temporaneamente, non si presenterebbe a scuola. Ma sono misure che stiamo ancora scrivendo.”

La soluzione è semplice nell’eventualità di un caso di COVID-19 a scuola: l’alunno malato, ma potrebbe anche essere l’insegnante, verrebbe sottoposto a tampone con l’intera la classe e i singoli messi tutti i quarantena non presentandosi quindi a scuola, anche nell’attesa dei risultati dei test.

Ovviamente come la stessa ministra ha precisato sono misure ancora in fase di valutazione. Ricordiamo che per evitare il contagio a scuola di COVID-19 tutti dovranno igienizzarsi frequentemente le mani e non presentarsi a scuola se si ha la febbre.

Ritorno a scuola: intesa Miur-sindacati

Solo oggi sul ritorno a scuola in sicurezza è stata trovata l’intesa tra sindacati e Miur con la definizione della bozza del protocollo. Proprio per evitare che ci si ammali di COVID-19, quindi per evitare i contagi, il personale scolastico docente e non docente sarà sottoposto ai test sierologici, mentre per quanto riguarda gli alunni verranno effettuati test a campione periodici.

Non solo per ogni scuola sarà individuato un medico competente che controlli la situazione sanitaria. Insomma al momento si tratta solo di poche notizie, che saranno certezze non appena la bozza del protocollo d’intesa sarà ufficiale.

Intanto come riporta Ansa la ministra Azzolina ha commentato al termine del tavolo regionale per il ritorno a scuola a settembre che si è tenuto a Firenze nella giornata odierna:

“Io rispondo a tutti quelli che manifestano perplessità: è chiaro che il 14 settembre, lo ribadisco ancora una volta, si ritornerà a scuola, e per questo voglio tranquillizzare tutti.”

E ha concluso:

“C’è stato un lavoro enorme che gli enti locali hanno fatto sugli spazi: mio compito sarà dare ovviamente più organico alla Toscana, così come anche alle altre regioni che lo hanno chiesto.”

Argomenti:

Scuola Lucia Azzolina

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories