Reddito di Cittadinanza non pagato a febbraio: perché?

Antonio Cosenza

2 Marzo 2021 - 12:40

condividi
Facebook
twitter whatsapp

Reddito di Cittadinanza: la mensilità di febbraio non è arrivata a molti beneficiari. I motivi dietro al mancato pagamento possono essere diversi.

Reddito di Cittadinanza non pagato a febbraio: perché?

Il Reddito di Cittadinanza di febbraio non è stato pagato a molte famiglie. Sono diverse, infatti, le testimonianze di coloro che attendono da giorni l’arrivo del Reddito di Cittadinanza di febbraio, mensilità che tuttavia potrebbe non arrivare mai.

Il numero verde dell’Inps è stato preso d’assalto e anche i CAF e i patronati in questi giorni non fanno altro che dare spiegazioni a coloro che attendono da giorni l’arrivo della mensilità di febbraio.

Non tutti, però, sono riusciti a capire il motivo per cui il Reddito di Cittadinanza questo mese non è stato pagato; a tal proposito, di seguito trovate una serie di casistiche che potrebbero aver comportato la sospensione, o persino la decadenza, del Reddito di Cittadinanza, così da farvi un’idea di cosa potrebbe essere successo nel vostro caso.

Reddito di Cittadinanza non pagato per mancato rinnovo dell’ISEE

Uno dei motivi più frequenti per il mancato arrivo del Reddito di Cittadinanza a febbraio è quello per cui il pagamento è stato sospeso per ISEE scaduto. L’Inps, infatti, ha chiesto ai beneficiari di rinnovare l’ISEE entro il 31 gennaio 2021 per poter procedere al pagamento di febbraio entro le solite tempistiche.

Chi ha dimenticato di rinnovare l’Isee, quindi, deve farlo al più presto in quanto altrimenti anche i prossimi pagamenti saranno sospesi. Chi invece lo ha rinnovato, ma dopo il termine del 31 gennaio, dovrà attendere probabilmente ancora qualche giorno per l’arrivo della ricarica.

Reddito di Cittadinanza non pagato per mancanza dei requisiti

Può succedere anche che il nuovo ISEE abbia certificato un superamento delle soglie reddituali e patrimoniali indicate dalla normativa. Rinnovando l’ISEE, infatti, l’Inps viene informato dei redditi e dei patrimoni del nucleo familiare riferiti al periodo che va dal 1° gennaio al 31 dicembre 2019; potrebbe essere successo che rispetto all’anno prima la situazione economica sia migliorata a tal punto da comportare una perdita dei requisiti del Reddito di Cittadinanza.

In tal caso non è solo la mensilità di febbraio a non essere pagata, poiché il Reddito di Cittadinanza è interamente decaduto. L’unica possibilità per tornare a percepirlo è quella di presentare un ISEE corrente e valutare se sussistono i requisiti per una nuova domanda.

Reddito di Cittadinanza non pagato per variazione dei componenti del nucleo familiare

Altra casistica che può comportare il mancato pagamento del Reddito di Cittadinanza di febbraio è quella per cui il nucleo familiare indicato nell’ISEE 2021 sia differente da quello dell’anno prima.

In caso di variazione del nucleo familiare, per un caso differente da nascita o morte di un componente, la normativa prevede che non sia sufficiente presentare un nuovo ISEE, in quanto è necessaria anche la nuova domanda del Reddito di Cittadinanza.

Senza una nuova domanda l’Inps provvede a far scattare la decadenza del Reddito di Cittadinanza non appena acquisito il nuovo ISEE.

Reddito di Cittadinanza non pagato per mancata comunicazione all’Inps

In questi giorni l’Inps ha incrementato i controlli sui beneficiari del Reddito di Cittadinanza. In particolare, si stanno effettuando delle verifiche su eventuali rapporti di lavoro avviati durante il periodo di fruizione del Reddito di Cittadinanza e non comunicati all’Inps (tramite il modello Com-Esteso).

Nel caso in cui da un controllo emerga un rapporto di lavoro non comunicato correttamente, l’Inps procede togliendo il Reddito di Cittadinanza a tutto il nucleo familiare, impedendo loro di fare domanda per i successivi 18 mesi.

Reddito di Cittadinanza non pagato per sanzione da parte del Centro per l’Impiego

Potrebbe anche essere che il Reddito di Cittadinanza non sia stato pagato perché nel frattempo avete ricevuto una convocazione da parte del Centro per l’Impiego e non vi siete presentati all’appuntamento.

La mancata presentazione, senza giustificato motivo, è punita infatti con la decurtazione di una mensilità del Reddito di Cittadinanza; i mesi non pagati diventano due in caso di seconda assenza, mentre alla terza il RdC decade.

Reddito di Cittadinanza non pagato per decorsi 18 mesi

Vi è infine la possibilità che il Reddito di Cittadinanza di febbraio non sia stato pagato perché nel frattempo sono decorsi i 18 mesi di fruizione. Chi ha cominciato a percepire il sostegno ad agosto 2019, infatti, ha raggiunto le 18 mensilità a gennaio 2021; di conseguenza, il Reddito di Cittadinanza è decaduto a febbraio, ma vi è comunque la possibilità di chiedere il rinnovo.

Iscriviti alla newsletter

Money Stories