Reddito di Cittadinanza: domani iniziano le lavorazioni, pagamenti nel fine settimana

Reddito di Cittadinanza pagato il 27 agosto: domani al via le lavorazioni da parte dell’INPS.

Reddito di Cittadinanza: domani iniziano le lavorazioni, pagamenti nel fine settimana

Reddito di Cittadinanza: ha inizio la settimana in cui verrà effettuato il pagamento della ricarica di agosto. Come noto, le tempistiche per il pagamento del Reddito di Cittadinanza sono ormai confermate da mesi: salvo alcune eccezioni, infatti, INPS e Poste Italiane hanno provveduto all’accredito del sostegno economico entro il 27° giorno del mese.

Come vi abbiamo anticipato qualche settimana fa, anche questo mese il Reddito di Cittadinanza verrà pagato secondo le solite tempistiche. L’arrivo della ricarica, quindi, è atteso per il fine settimana, molto probabilmente nella giornata di giovedì 27 agosto.

Domani, invece, avranno inizio le lavorazioni da parte dell’INPS, il quale valuterà che i beneficiari del Reddito di Cittadinanza si trovino ancora nelle condizioni economiche per avere diritto al sostegno economico.

Reddito di Cittadinanza: al via la lavorazione delle domande

Nella giornata di domani, martedì 25 agosto, avrà inizio la lavorazione delle domande del Reddito di Cittadinanza da parte dell’INPS. Come confermato dall’Istituto nell’Osservatorio aggiornato ad agosto 2020, ad oggi se consideriamo sia il Reddito che la Pensione di Cittadinanza ne risultano 1,3 milioni di famiglie beneficiarie, a fronte di 3 milioni di persone che percepiscono il sostegno economico per un importo medio pari a circa 560 euro.

Le 1,3 milioni di domande vengono ricontrollate ogni mese, con l’INPS che verifica che i beneficiari si trovino ancora nella condizione economica per poter beneficiare del diritto. Nel dettaglio, l’INPS valuta se nel corso del mese ci sono state variazioni della situazione reddituale e patrimoniale - che l’interessato è obbligato a comunicare all’Istituto tramite il modello SR181 - e in tal caso effettua un ricalcolo del beneficio.

Qualora ci dovesse essere il superamento delle soglie previste, allora il Reddito - o la Pensione - di Cittadinanza decade. Per chi invece ha beneficiato di un aumento del reddito, ad esempio per l’inizio di una nuova attività lavorativa, ma non tale da comportare il superamento delle soglie, il Reddito di Cittadinanza continuerà ad essere erogato ma per un importo più basso rispetto a quello dei mesi precedenti.

Reddito di Cittadinanza pagato nel fine settimana

La lavorazione delle domande comincerà, come anticipato, nella giornata di domani e sarà completato in tempo per inviare le disposizioni di pagamento a Poste Italiane entro la giornata di giovedì 27 agosto. Spetterà poi a Poste dare avvio alle ricariche sulla carta, le quali dovrebbero essere completate entro la stessa giornata di giovedì.

Ricordiamo che a partire dalla mensilità erogata ad aprile si applica quanto stabilito dal Decreto del Ministero del Lavoro del 2 marzo, pubblicato in Gazzetta Ufficiale lo scorso 30 giugno: ciò significa che per coloro che non spenderanno tutto l’importo del Reddito di Cittadinanza erogato ad agosto entro la fine di settembre scatterà un taglio del 20% della somma non spesa.

Consigliamo, quindi, di spendere tutto il Reddito di Cittadinanza entro la fine del mese prossimo se non vorrete essere tra i primi beneficiari che subiranno la decurtazione una tantum di una parte delle somme non spese.

Ultimo appunto prima di concludere: ricordiamo che per coloro che hanno fatto domanda per il Reddito o per la Pensione di Cittadinanza a marzo 2019 questo sarà il penultimo mese in cui il sostegno verrà erogato. A settembre, infatti, scatterà la 18^ mensilità e con essa la decadenza della misura: per il rinnovo sarà necessario presentare una nuova domanda.

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories