Reddito di Cittadinanza a 3 milioni di italiani: ma il 30% lo perderà tra settembre e ottobre

Reddito di Cittadinanza: lo percepiscono 3 milioni di italiani. Ma questo numero si ridurrà notevolmente tra settembre e ottobre.

Reddito di Cittadinanza a 3 milioni di italiani: ma il 30% lo perderà tra settembre e ottobre

La crisi economica comincia a farsi sentire come dimostra l’incremento dei percettori del Reddito di Cittadinanza. Un dato riportato dall’ultimo Osservatorio INPS contenente i dati sulle domande per RdC/PdC aggiornati al mese di agosto 2020, nel quale si legge che negli ultimi otto mesi il numero delle persone che percepisce il Reddito di Cittadinanza è cresciuto del 17%.

È chiaro che ciò dipende dallo scoppio della pandemia da COVID-19 e alla crisi economica che ne è derivata. Molti hanno perso il lavoro e per questo si sono riversati sul Reddito di Cittadinanza per avere di cui vivere in questi mesi.

Un dato che testimonia una risalita del tasso di povertà, il quale è arrivato ormai ad un livello preoccupante. Il Reddito di Cittadinanza, quindi, è stato un valido aiuto per quei nuclei familiari per cui le misure di sostegno al reddito sono stategli unici strumenti utili per riuscire ad arrivare alla fine del mese; va detto, però, che nei prossimi mesi il sostegno verrà tolto a circa un terzo degli attuali beneficiari.

Reddito di Cittadinanza a 3 milioni di italiani: i dati INPS

Stando ai dati diffusi dall’INPS nell’Osservatorio di agosto, negli ultimi otto mesi c’è stato un incremento del 17% per i percettori del Reddito di Cittadinanza. Ad oggi, sono 1,1 milioni i nuclei beneficiari che beneficiano del sostegno al reddito, per un importo medio mensile di 561,23€.

Ricordiamo che il Reddito di Cittadinanza viene percepito non solo dal richiedente, ma dall’intero nucleo familiare: a tal proposito va detto che sono 2,9 milioni le persone attualmente coinvolte. E se consideriamo anche la pensione di cittadinanza, misura per la quale i percettori non sono soggetti a condizionalità, il numero delle famiglie coinvolte sale a 1,3 milioni, per più di 3 milioni di italiani interessati.

Ad oggi, quindi, ci sono circa 3 milioni di italiani che si trovano sotto la soglia di povertà; un dato allarmante che conferma quanto effettivamente la pandemia da COVID-19 abbia contribuito ad aumentare il tasso di povertà nel Paese.

La situazione, però, potrebbe peggiorare nei prossimi mesi quando per molti beneficiari arriverà il momento di dire addio - o meglio, arrivederci - al Reddito di Cittadinanza.

Reddito di Cittadinanza: 1 milione di italiani lo perderà tra settembre ed ottobre

Come previsto dalla normativa in essere, il Reddito di Cittadinanza può essere percepito per un massimo di 18 mensilità. Tra settembre e ottobre 2020, quindi, sarà in pagamento l’ultima mensilità per coloro che hanno fatto domanda per il sostegno economico tra marzo e aprile 2019.

Nel dettaglio, secondo i dati pubblicati dall’INPS, al 30 aprile 2019 erano 1 milione le domande presentate. Va detto però che per molti di questi il RdC è già decaduto (per il superamento delle soglie patrimoniali e reddituali) e che circa il 30% di questi risulta essere ancora percettore della misura.

Stiamo parlando, quindi, di circa 1 milione di persone interessate che tra settembre e ottobre andranno a percepire l’ultima mensilità del Reddito di Cittadinanza. Un numero che salirà ancora entro la fine dell’anno, con molte famiglie che perderanno il Reddito di Cittadinanza.

Chi si trova ancora in difficoltà economica, però, potrà comunque fare una nuova domanda. Va detto, però, che questi dovranno attendere un mese dalla percezione dell’ultima mensilità per poter fare una nuova richiesta e che per attendere l’esito bisognerà attendere un altro mese ancora. Dall’ultima mensilità percepita al rinnovo del RdC, quindi, potrebbero passare fino a 2 mesi.

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories