Quanto dovrebbero guadagnare gli insegnanti secondo il Ministro dell’Istruzione

Il neo Ministro dell’Istruzione Marco Bussetti nella recente intervista a Repubblica ha parlato della situazione stipendiale degli insegnanti, categoria che secondo il parere del Ministro dovrebbe essere retribuita quanto quella dei medici e dei magistrati.

Quanto dovrebbero guadagnare gli insegnanti secondo il Ministro dell'Istruzione

Il Ministro dell’Istruzione Bussetti esprime il suo parere sugli stipendi degli insegnanti e sottolinea il mancato riconoscimento economico in Italia di questa categoria.

A questa presa di coscienza però fa seguito la preoccupazione per la difficile situazione finanziaria e la presa di coscienza del gap italiano rispetto agli stipendi degli insegnanti negli altri paesi europei che difficilmente potrà essere colmato.

Nonostante i recenti aumenti infatti secondo il neo Ministro gli insegnanti in Italia restano una categoria di lavoratori sottopagata rispetto all’importante ruolo svolto all’interno della comunità.

Rinnovo contratto

Il CCNL del comparto scuola firmato lo scorso 19 aprile, che ha portato con sé l’aumento degli stipendi dei docenti, resterà in vigore fino al 31 dicembre di quest’anno ma i sindacati FLCGIL, CISL e UIL hanno già chiesto all’ARAN di procedere con la disdetta del contratto.

Lo scopo che si pongono i sindacati è quello di un rinnovo il più veloce possibile delle condizioni contrattuali in modo da evitare la perdita da parte di alcuni docenti dell’aumento stipendiale previsto a partire dal mese di giugno 2018.

Grazie al rinnovo del contratto 2016/18 il personale scolastico ha infatti ottenuto un aumento medio di circa 50 euro al mese ma parte di questo, ossia l’elemento perequativo, dal 1° gennaio 2019 rischia di non essere più corrisposto a meno che non vengano trovate le risorse necessarie.

Aumento stipendio

Durante la recente intervista rilasciata a Repubblica il Ministro Bussetti ha affrontato le questioni più rilevanti del momento per il comparto scuola come quella riguardante lo stallo dei 2 concorsi docenti previsti per il 2018 o l’eliminazione della chiamata diretta a seguito dell’accordo tra il Miur e i sindacati.

Oltre a esprimersi su questi temi caldi, Bussetti ha parlato della retribuzione degli insegnanti. Il Ministro ha dichiarato espressamente che a suo parere un docente dovrebbe guadagnare quanto un medico o un magistrato. Per quanto riguarda le trattative in atto per un nuovo contratto non si sbilancia e afferma che non c’è molta aspettativa da questo punto di vista. In merito alla situazione economica, resta molto realistico quando dice:

Non possiamo nascondere la difficile situazione delle finanze pubbliche e il gap degli stipendi assegnati ai docenti nelle altre nazioni europee che difficilmente potrà essere colmato”.

Per capire la differenza tra lo stipendio di un insegnante italiano rispetto a un docente europeo invitiamo alla lettura del nostro articolo.

Iscriviti alla newsletter "Lavoro" per ricevere le news su Insegnanti

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.