Pensione anticipata: si considerano i contributi versati a vario titolo?

Lorenzo Rubini

15 Aprile 2021 - 15:15

condividi
Facebook
twitter whatsapp

Quali sono i contributi validi per il diritto e la misura della pensione? Scopriamo la valenza.

Pensione anticipata: si considerano i contributi versati a vario titolo?

Un lavoratore può versare contributi a vario titolo: questi possono derivare da lavoro effettivo, ed in questo caso si parlerà di contribuzione obbligatoria, ma possono essere anche da riscatto, da ricongiunzione, figurativi e volontari. Tranne rari casi tutti i contributi sono validi per il diritto e la misura della pensione, sia di vecchiaia che anticipata.

“Ho 63 anni e 35 anni di contributi continuativi più circa 4 anni di contributi vari.
Percepisco 1830 euro netti di stipendio e una invalidità 80%.
Quando potrò andare in pensione mi vengono conteggiati i 4 anni di contributi vari?quale sarà la mia pensione netta. Naturalmente in via informativa.
Grazie dell’aiuto”

Pensione e contributi

In linea generale tutti i contributi sono validi per raggiungere il requisito contributivo di accesso alle varie misure previdenziale ma anche per il calcolo dell’assegno pensionistico spettante. Solo in rari casi le misure richiedono di soddisfare il requisito contributivo senza conteggiare i contributi figurativi che derivano da malattia e disoccupazione indennizzata.

E’ il caso di opzione donna: per accedere alla misura è necessario che tutti i 35 anni di contributi richiesti siano scevri da contributi figurativi che derivino da malattia e disoccupazione indennizzata. E come il caso di quota 100 che secondo lo stesso criterio chiede il raggiungimento di almeno 35 anni di contributi dei 38 richiesti per l’accesso.

Nel suo caso, quindi, i contributi vari (non capisco se intende contributi versati in lavori diversi o contributi figurativi) sono conteggiati ai fini dell’assegno previdenziale e possono essere conteggiati anche per il raggiungimento del requisito contributivo.

Di fatto da quel che scrive, quindi, lei dovrebbe avere un totale di 39 anni di contributi e 63 anni di età. Questi requisiti (rispettando anche i 35 anni di contributi effettivi) le permetterebbero fin da subito l’accesso alla pensione con la quota 100. Se i contributi «vari» sono versati in altre gestioni previdenziali e non appaio, invece, nell’estratto conto dell’INPS, può ottenere lo stesso la pensione con la quota 100 ma deve richiederla in cumulo gratuito: in questo modo saranno valorizzati i contributi presenti in tutte le gestioni.

«Se hai dubbi e domande contattaci all’indirizzo email chiediloamoney@money.it»

Iscriviti alla newsletter