Pagamento Naspi dicembre 2021, ultimo mese di importo pieno: per chi e date

Teresa Maddonni

7 Dicembre 2021 - 12:32

condividi

Quando arriva la Naspi di dicembre 2021? Le date dei pagamenti possono differire tra i diversi beneficiari dell’indennità di disoccupazione. L’importo pieno per qualcuno durerà ancora per poco.

Pagamento Naspi dicembre 2021, ultimo mese di importo pieno: per chi e date

Il pagamento della Naspi di dicembre 2021 è in arrivo, ma quando è previsto? Il pagamento della dell’indennità di disoccupazione Naspi anche per il mese di dicembre arriva entro la prima metà del mese anche se in date differenti per i vari beneficiari.

La Naspi di dicembre 2021 è inoltre, stando alle regole ora in vigore, l’ultima con importo pieno per alcuni beneficiari o comunque con importo bloccato.

Fino al 31 dicembre 2021 restano in vigore le regole del decreto Sostegni bis che ha previsto il blocco della riduzione del 3 per cento della Naspi a partire dal quarto mese di fruizione.

Dal 1° gennaio 2022 verranno inoltre introdotte nuove regole per la Naspi secondo quanto previsto dalla nuova Legge di Bilancio in attesa di approvazione definitiva.

Vediamo allora quando arriva il pagamento della Naspi di dicembre 2021 e le novità sull’importo.

Pagamento Naspi dicembre 2021 quando arriva? Le date

Il pagamento della Naspi di dicembre 2021 avviene sempre nel mese successivo a quello di competenza.

L’accredito è solitamente previsto intorno al decimo giorno del mese ed entro la metà dello stesso.

Stando alle testimonianze di alcuni beneficiari dell’indennità di disoccupazione Naspi il pagamento per il mese di dicembre 2021 avverrà a partire dal 9 del mese di dicembre, quindi dal prossimo giovedì successivo al festivo giorno dell’Immacolata dell’8 dicembre.

Ovviamente il pagamento della Naspi di dicembre, come avvenuto negli altri giorni dell’anno, varia a seconda dei beneficiari e delle diverse zone d’Italia, non esiste infatti una data unica.

Il pagamento della Naspi a dicembre dovrebbe arrivare giovedì 9 a Roma e in Sardegna, mentre venerdì 10 è previsto per esempio ad Agrigento, mentre il 13 in provincia di Chieti in Abruzzo.

Insomma come è possibile notare il pagamento della Naspi avviene tra il giorno 9 e il giorno 13 e in teoria non oltre la metà del mese corrente. Ma come controllare?

Il beneficiario dell’indennità di disoccupazione Naspi può controllare la data del pagamento di dicembre in autonomia accedendo all’area riservata del servizio sul sito dell’INPS e nel dettaglio al Fascicolo previdenziale. L’accesso deve avvenire con SPID, CNS, o CIE. A questo punto si deve:

  • cliccare su “prestazioni”;
  • cliccare su “pagamenti” e apparirà “Disoccupazione non agricola”;
  • cliccare su “prestazione” per i dettagli;
  • appare così la data di disponibilità del pagamento che spesso non coincide con quella di elaborazione (tra le due può passare anche una settimana).

Per sapere quando viene effettuato il pagamento della Naspi di dicembre si può anche in alternativa consultare la sezione “Notifiche” con le comunicazioni dell’INPS sulle prestazioni.

Ricordiamo che per il pagamento delle nuove domande di Naspi è previsto il meccanismo di frazionamento dell’accredito anche nel mese corrente.

Se la domanda presentata e accolta presenta la dicitura “pagamento in corso” significa che entro 15 giorni o anche 20 dall’accoglimento della richiesta la Naspi viene liquidata. I primi pagamenti della disoccupazione Naspi sono così frazionati:

  • una quota pagata dal giorno di decorrenza al 15 del mese se la Naspi decorre tra il 1° e il 15;
  • una seconda quota dal 16 al 30 del mese;
  • il primo pagamento dal 16 al 30 del mese se la decorrenza cade in questo periodo.

Pagamento Naspi dicembre: per chi è l’ultimo mese d’importo pieno

La Naspi di dicembre è l’ultima con importo pieno per alcuni beneficiari che da gennaio 2022 non godranno più delle novità introdotte in via provvisoria dal decreto Sostegni bis di maggio.

Si tratta del blocco del taglio dell’importo della Naspi che durerà al momento fino al 31 dicembre a partire dalle prestazioni in pagamento dal 1° giugno 2021.

Il taglio della Naspi inoltre non si applica alle nuove indennità di disoccupazione decorrenti nel periodo dal 1° giugno 2021 fino al 30 settembre 2021.

Dal 1° gennaio 2022 l’importo della disoccupazione Naspi con decorrenza antecedente il 1° ottobre 2021 è calcolato applicando le riduzioni corrispondenti ai mesi di sospensione trascorsi.

Chi prende quindi la Naspi dal 1° giugno gode ancora dell’importo pieno dell’indennità di disoccupazione, ma ancora per poco.

Per le indennità di disoccupazione Naspi a decorrere dal 1° gennaio 2022 invece dovrebbero entrare in vigore le regole previste dalla Legge di Bilancio con il taglio del 3 per cento dell’importo dell’indennità a partire dal sesto mese di fruizione o dall’ottavo per gli over 55.

Ancora non vi è la certezza e non sappiamo come la nuova norma andrà a raccordarsi con le disposizioni del Sostegni bis. Per i dettagli e le conferme sulla Naspi e il taglio dell’importo occorre attendere.

Sostieni Money.it

Informiamo ogni giorno centinaia di migliaia di persone in forma gratuita e finanziando il nostro lavoro solo con le entrate pubblicitarie, senza il sostegno di contributi pubblici.

Il nostro obiettivo è poterti offrire sempre più contenuti, sempre migliori, con un approccio libero e imparziale.

Dipendere dai nostri lettori più di quanto dipendiamo dagli inserzionisti è la migliore garanzia della nostra autonomia, presente e futura.

Sostienici ora

Argomenti

# INPS
# Naspi

Iscriviti a Money.it