Con il nuovo sindaco New York si prepara a diventare il centro del mondo crypto

Gabriele Stentella

17/11/2021

17/11/2021 - 17:24

condividi

Il nuovo sindaco di New York vuole rendere la città il principale polo per l’industria delle crypto negli Stati Uniti. Ecco il piano e i principali ostacoli da affrontare.

Con il nuovo sindaco New York si prepara a diventare il centro del mondo crypto

Il nuovo sindaco di New York Eric Adams ha in mente una serie d’importanti iniziative per rendere la metropoli statunitense il centro nevralgico dell’industria delle criptovalute negli Stati Uniti. L’ex senatore dello stato di New York ha spesso manifestato il suo interesse nei confronti della tecnologia Blockchain e del Bitcoin, tanto da voler ricevere - come ha scritto su Twitter - i suoi primi tre stipendi in BTC.

Le proposte presentate dal nuovo sindaco, che ha preso il posto di Bill de Blasio, sono a dir poco interessanti: inserimento delle valute digitali nei programmi scolastici fino al lancio di un token digitale cittadino - il «New York City Coin» - progettato dallo stesso network che ha realizzato la criptovaluta della città di Miami. A fronte di piani tanto audaci, Eric Adams dovrà affrontare diversi ostacoli a partire dalla normativa vigente fino alla candidatura, come governatrice, di Letitia James che non è del suo stesso parere in materia crypto.

Il piano per rendere New York il centro del mondo crypto

Nel corso di numerose interviste Eric Adams ha sottolineato i vantaggi che la costruzione di un ecosistema economico crypto friendly porterebbe alla città di New York. Per ora nella Grande Mela si concentra il più alto numero di specialisti di Blockchain, sebbene negli USA non esista ancora un centro egemone per il settore. Per la metropoli è importante ricoprire un ruolo di primo piano nell’industria del futuro, specialmente se si considera la sua centralità nella finanza mondiale.

Il primo cittadino newyorchese non ha però ancora fornito dettagli precisi riguardo i suoi progetti, che saranno con molta probabilità comunicati a gennaio, all’indomani del suo insediamento come sindaco della città.

Nel frattempo procedono i lavori per implementare le funzionalità della valuta digitale newyorkese NYCCoin, il cui mining ha preso il via lo scorso 11 novembre. Come spiegato dalla società sviluppatrice CityCoins, il token funziona mediante il protocollo stacks, il quale consente di creare smart contract sulla Blockchain di Bitcoin. La crypto si potrà utilizzare per finanziare iniziative cittadine al pari di quanto si sta verificando a Miami, il primo centro in cui CityCoins ha lanciato un proprio token.

Gli ostacoli da affrontare per rendere New York crypto-friendly

Il principale ostacolo per le ambizioni di Adams è rappresentato dalla normativa vigente nello stato di New York in materia di criptovalute. Le aziende che intendono operare in questo settore devono soddisfare elevati requisiti di natura finanziaria e informatica, in aggiunta alla conformità con le leggi antiriciclaggio. Tutti questi aspetti hanno rafforzato i pregiudizi degli investitori e startupper del settore nei confronti dello stato di New York.

Oltre alle leggi restrittive, un ulteriore punto critico potrebbe manifestarsi sul fronte politico: il procuratore generale dello stato Letitia James ha ufficializzato la sua candidatura per la carica di governatrice, e in base ai sondaggi avrebbe buone possibilità di essere eletta. James ha in più occasioni assunto posizioni molto critiche nei confronti delle criptovalute e delle società operanti in questo settore. Basti pensare al divieto di operare nei confini statali che il procuratore generale ha disposto nei confronti di Tether e dell’exchange Bitfinex lo scorso febbraio.

Malgrado gli ostacoli e le difficoltà da affrontare, emerge come tratto interessante l’aspetto di accreditamento come sistema di pagamento delle criptovalute che non sono più intese solo come asset speculativi. Il fatto che una metropoli come New York si possa aprire a tale sistema è una notizia positiva che ci auguriamo possa concretizzarsi sempre di più anche verso altri paesi.

Commenta Massimo Zamporlini, Founder di Crypto Smart, la prima piattaforma italiana di asset digitali.

Iscriviti a Money.it

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.