Non solo Bitcoin: le 5 migliori criptovalute da tenere d’occhio

Quali sono le migliori criptovalute su cui puntare oltre al Bitcoin? La classifica delle 5 altcoins che il mercato adora in questo momento.

Non solo Bitcoin: le 5 migliori criptovalute da tenere d'occhio

Oltre al Bitcoin, su quali altre criptovalute è possibile investire approfittando del vento in poppa per il settore? Quali sono le più promettenti?

Ad oggi esistono centinaia di criptovalute, spesso chiamate altcoins (da alternative, “alternativo” e coins, “monete”). Nonostante il Bitcoin sia il precursore delle criptovalute e ancora il leader del mercato, altre criptovalute create nel corso degli ultimi anni hanno implementato e migliorato nuove tecnologie attraverso la blockchain e, di fatto, superato il sistema del Bitcoin stesso.

Con le ICO (delle IPO di valute digitali) sempre più numerose, la quantità di criptovalute sta aumentando esponenzialmente, così come il rischio di imbattersi in un sistema legato a truffe e personaggi disonesti.

Money.it ha preparato una lista delle 5 migliori criptovalute da tenere sott’occhio e seguire con attenzione se stai pensando di entrare anche tu nel mondo delle valute digitali.

Ti interesserà anche: 3 motivi per investire in criptovalute

Ethereum

Creato dal prodigio della matematica Vitalik Buterin, Ethereum è secondo solo al Bitcoin nella gerarchia delle criptovalute. Come il Bitcoin, Ethereum è un network pubblico su base blockchain. Oltre a delle significative differenze tecniche tra i due, la distinzione più importante tra Bitcoin e Ethereum sta sostanzialmente nei loro obiettivi e nella loro capacità.
Il Bitcoin offre una particolare applicazione della tecnologia blockchain, un sistema di pagamento elettronico peer to peer che consente di effettuare pagamenti online. Mentre la blockchain del bitcoin viene utilizzata per monitorare la proprietà della valuta digitale, la blockchain di Ethereum si concentra sull’esecuzione del codice di programmazione di qualsiasi applicazione decentralizzata.

Prima della creazione di Ethereum, le applicazioni di blockchain erano progettate per realizzare un insieme molto limitato di operazioni. Ad esempio, il Bitcoin ed altre criptovalite sono state sviluppate esclusivamente per operare come valuta digitale peer-to-peer.
Gli sviluppatori hanno dovuto affrontare un problema: ampliare l’insieme di funzioni offerte dal Bitcoin e da altri tipi di applicazioni, una scelta molto complicata e che richiede tempo, oppure sviluppare una nuova applicazione blockchain e una piattaforma completamente nuova. Davanti a questa situazione, il creatore dell’Ethereum Vitalik Buterin ha realizzato un nuovo approccio.

La macchina virtuale dell’Ethereum rende il processo di realizzazione delle applicazioni blockchain molto più semplice ed efficace di prima. Invece di dover costruire una blockchain daccapo per ogni nuova applicazione, Ethereum consente lo sviluppo potenzialmente di migliaia di applicazioni diverse in una sola piattaforma.

Nel febbraio 2017, l’organizzazione Ethereum ha annunciato la creazione dell’Enterprise Ethereum Alliance (EEA) per la diffusione del sistema, di cui fanno parte grandi aziende come Microsoft, Intel, JP Morgan, BP, Samsung.

Ripple

Uno dei progetti criptovalutari più odiati dalla comunità;: il Ripple. Nonostante i Ripple sia una criptovaluta nativa si tratta più che altro di una rete per elaborare debiti piccoli e grandi, i famosi «pagherò». XRP, la valuta, non serve come mezzo per memorizzare e scambiare valore, ma più come un token per proteggere la rete contro lo spam.
I Ripple Labs crea ogni XRP-token, gestisce la rete Ripple e stabilisce quando e come distribuirla. L’obiettivo del sistema Ripple, quello di consentire alle persone di liberarsi delle classiche reti finanziarie - cioè carte di credito, banche, PayPal e altre istituzioni - così da non dover pagare commissioni, cambi di valuta o per non incorrere in ritardi.
Le banche amano il Ripple: attualmente sono oltre 100 le banche che lo utilizzano per elaborare le proprie transazioni.

Litecoin

Il Litecoin è stata una delle prime criptovalute lanciate dopo il Bitcoin, paragonato all’argento contro l’oro rappresentato dal Bitcoin. Blocca le transazioni 7,5 minuti più velocemente del Bitcoin, ha una maggiore quantità di token e un nuovo algoritmo (Scrypt): il Litecoin è un’innovazione vera rispetto a suo fratello maggiore e la sua tecnologia ha facilitato la nascita di altre criptovalute che hanno utilizzato la sua codebase rendendola però ancora più leggera, come nel caso di Dogecoin o Feathercoin.

Anche se non è ancora riuscito a trovare un vero motivo di utilizzo e ha perso il secondo posto nella classifica delle criptovalute più scambiate a vantaggio dell’Ethereum, ancora sviluppato e commercializzato attivamente e di recente ha colpito i suoi massimi storici.

Monero

Monero è l’esempio più importante dell’algoritmo criptovalutario, inventato per per implementare quella tutela alla privacy che al Bitcoin manca. Se si utilizzano i Bitcoin, ogni transazione viene documentata nella blockchain così da poter tracciare l’operazione. Con l’introduzione di un concetto chiamato ring-signatures, l’algoritmo Monero è stato capace di eliminare questo processo.

Dash

Il Dash (originariamente noto come Darkcoin) è una versione del Bitcoin con un maggiore interesse alla segretezza: offre più anonimato in quanto funziona su una rete decentralizzata di mastercode che rende le transazioni quasi impossibili da intercettare. Lanciato nel gennaio 2014, il Dash ha una fan base in costante aumento - è molto veloce nelle transazioni standard e le sue funzioni Instasend e Privasend hanno ancora più funzionalità in cambio di una piccola commissione, creando un ambiente di vendita al dettaglio ideale.

Iscriviti alla newsletter Economia e Finanza per ricevere le news su

Money academy

Questo articolo fa parte delle Guide della sezione Money Academy.

Visita la sezione

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.