Mercati: il focus è sulla Fed. La Cina va in rosso dopo i nuovi dati

Violetta Silvestri

15 Dicembre 2021 - 08:31

condividi

I mercati oggi sono misti in attesa della decisione della Federal Reserve sul tapering e sul rialzo dei tassi. In Cina, gli indici azionari vanno in rosso dopo i dati economici deludenti.

Mercati: il focus è sulla Fed. La Cina va in rosso dopo i nuovi dati

I mercati oggi sono in attesa dell’incontro della Federal Reserve che dovrebbe confermare un’accelerazione del tapering sugli acquisti di debito.

Le azioni asiatiche sono contrastanti e i futures azionari statunitensi sono stabili mentre i trader si preparano a un ritiro più rapido dello stimolo della Fed e valutano i segnali di rallentamento della crescita economica cinese.

Inoltre, l’incertezza variante Omicron resta un ostacolo alla piena fiducia nella ripresa.

Vediamo cosa succede oggi nei mercati.

Mercati oggi: Asia mista, Cina incerta nella ripresa

Alle ore 8.16 circa, il Nikkei guadagna lo 0,1% mentre gli indici cinesi Shenzhen e Shanghai vanno in rosso, rispettivamente con -0,73% e -0,38%. Hong Kong scambia sotto la parità, a -1,23%.

La Cina ha riportato che le sue vendite al dettaglio sono rallentate a novembre, in aumento del 3,9% rispetto al 4,9% di ottobre. La produzione industriale è leggermente cresciuta, con un +3,8% in confronto al 3,5% di ottobre.

“Il Covid è rimasto il motivo principale che ha impedito una completa ripresa. Gli sforzi per contenere la riacutizzazione del virus a partire da metà ottobre sono durati per la maggior parte di novembre, poiché le infezioni hanno raggiunto 21 province, rendendo i consumatori più cauti”, hanno affermato Mark Williams e Sheana Yue di Capital Economics in un commento su Marketwatch.

Intanto, Bloomberg ha sottolineato che i risultati iniziali hanno indicato che il vaccino Sinovac cinese, uno dei più utilizzati al mondo, non fornisce anticorpi sufficienti per neutralizzare la variante Omicron. Sono state somministrate circa 2,3 miliardi di dosi, principalmente in Cina e nei Paesi in via di sviluppo.

Inoltre, la tensione tra Stati Uniti e Cina continua a crescere: l’amministrazione Biden sta valutando l’imposizione di sanzioni più severe a Semiconductor Manufacturing International, il più grande produttore di chip della Cina. Il Financial Times ha riferito che gli Stati Uniti aggiungeranno altre otto società cinesi a una lista nera di investimenti.

La Camera USA ha anche approvato una misura per vietare le importazioni dallo Xinjiang, dove sarebbe in corso un vero e proprio genocidio cinesi contro la minoranza degli uiguri. Qui si producono materiali indispensabili per i pannelli solari.

Attesa per il tapering Fed

Si prevede che la Fed accelererà il processo di riduzione degli acquisti di obbligazioni, che hanno contribuito a mantenere bassi i tassi di interesse e a sostenere il mercato azionario e l’economia in generale.

Oltre a ciò, gli investitori stanno aspettando eventuali dichiarazioni su quanto presto potrebbe aumentare i tassi di interesse nel 2022.

Il mix di intense pressioni sui prezzi - l’inflazione dei costi di produzione negli Stati Uniti ha raggiunto un record di quasi il 10% - il calo del supporto della banca centrale e l’incertezza su Omicron sta mettendo alla prova i mercati.

Sostieni Money.it

Informiamo ogni giorno centinaia di migliaia di persone in forma gratuita e finanziando il nostro lavoro solo con le entrate pubblicitarie, senza il sostegno di contributi pubblici.

Il nostro obiettivo è poterti offrire sempre più contenuti, sempre migliori, con un approccio libero e imparziale.

Dipendere dai nostri lettori più di quanto dipendiamo dagli inserzionisti è la migliore garanzia della nostra autonomia, presente e futura.

Sostienici ora

Iscriviti a Money.it

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.