Il MIUR ufficializza i posti liberi per le assunzioni

Ufficializzati i contingenti per le immissioni in ruolo 2018-2019: ecco quanti posti ci sono a disposizione per l’assunzione di docenti, dirigenti scolastici e personale ATA.

Il MIUR ufficializza i posti liberi per le assunzioni

Il Ministero dell’Istruzione ha finalmente ufficializzato le cifre relative alle immissioni in ruolo per l’a.s. 2018-2019, sia per quanto riguarda il corpo docente che per il personale ATA.

Cifre non ancora definitive dal momento che il Ministero dell’Istruzione ha inviato tutto al MEF il quale dovrà autorizzare il contingente individuato una volta accertata la presenza delle risorse necessarie.

Nel dettaglio, per quanto riguarda il corpo docente sono 57.322 i posti lasciati liberi dopo le operazioni di mobilità e i pensionamenti, dei quali circa 13.000 dovrebbero essere a disposizione per il sostegno.

Per quanto riguarda il personale ATA, invece, il Ministro Marco Bussetti ha firmato il decreto con il quale chiede l’autorizzazione per un contingente che tra ausiliari, tecnici e amministrativi conta un totale di 9.838 posti.

In attesa dell’inizio del concorso per dirigenti scolastici, in programma per lunedì 23 luglio, il MIUR ha autorizzato l’assunzione di 212 D.S. per l’a.s. 2018-2019 tramite lo scorrimento delle graduatorie dei precedenti concorsi.

Infine, ci sono novità anche per l’assunzione di nuovi DSGA (che però non dovrebbe partire con l’inizio dell’anno scolastico 2018-2019): secondo le ultime indiscrezioni, infatti, Marco Bussetti come promesso nelle scorse settimane starebbe per inviare al Ministero della Pubblica Amministrazione la richiesta per bandire il concorso per Direttori dei Servizi Generali Amministrativi, per un totale di 2.004 posti.

Come verranno assunti i docenti?

Questi numeri sono stati anticipati dai sindacati che hanno preso parte al recente incontro con i rappresentanti del MIUR. Il Ministero dell’Istruzione, invece, confermerà queste cifre solamente una volta che otterrà l’autorizzazione da parte del Ministero dell’Economia e delle Finanze.

Come confermato da UIL Scuola, solo dopo l’autorizzazione da parte del MEF ci sarà un incontro specifico durante il quale verrà ufficializzato il contingente definitivo suddiviso per ogni singola provincia.

Agli stessi sindacati il MIUR ha confermato che le immissioni in ruolo degli insegnanti avverrà secondo le modalità che vi avevamo anticipato nei giorni scorsi. Quindi, il 50% dei posti sarà assegnato tramite lo scorrimento delle graduatorie ad esaurimento, mentre per l’altra parte verranno utilizzate le graduatorie di merito del concorso scuola del 2016.

Per quanto riguarda le graduatorie del concorso che si è tenuto nel 2018, riservato ai docenti abilitati, queste saranno utilizzate solamente qualora quelle del 2016 dopo lo scorrimento dovessero risultare esaurite, ma sempre nel rispetto dell’aliquota del 50%.

Bisogna sottolineare però che potranno essere utilizzate solamente quelle graduatorie che sono state pubblicate entro il 31 agosto 2018; quelle che superano questa data, invece, potranno essere utilizzate solamente per le immissioni in ruolo dell’anno scolastico 2019-2020.

Iscriviti alla newsletter "Lavoro" per ricevere le news su MIUR

Condividi questo post:

Commenti:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.