MES, botta e risposta Conte-Speranza: è scontro nel Governo

Mario D’Angelo

25 Novembre 2020 - 18:44

25 Novembre 2020 - 21:14

condividi
Facebook
twitter whatsapp

«Il MES va usato», afferma Speranza. «Le risorse bastano», replica Conte dando voce all’area pentastellata della maggioranza.

MES, botta e risposta Conte-Speranza: è scontro nel Governo

Si riaccende lo scontro nel Governo sul MES. Il ministro della Salute Roberto Speranza, annunciando il piano vaccini che sarà presentato il 2 dicembre, è tornato a parlare della necessità di utilizzo del Fondo salva-Stati, che la componente 5 Stelle della maggioranza vorrebbe assolutamente evitare di attivare.

La risposta al ministro è arrivata direttamente dal presidente del Consiglio Giuseppe Conte, secondo il quale le risorse sono già abbastanza e il Meccanismo Europeo di Stabilità, riconvertito per il sostegno alla sanità alle prese con la pandemia di coronavirus, non sarà necessario.

MES, Speranza insiste: “Utilizziamo tutte le leve”

Abbiamo presentato al Parlamento, sia alla Camera che al Senato, un piano che potrà essere finanziato con tutte le leve di cui disponiamo, cil il Bilancio dello Stato, il Recovery Fund e il MES, che per me è uno strumento a cui bisogna guardare con assoluta serenità”, ha detto oggi il ministro Speranza parlando a un incontro online.

Il MES prevede un prestito da 37 miliardi da utilizzare per investimenti strutturali nella sanità.

Per Conte il MES non serve

A stretto giro arriva la replica di Giuseppe Conte: “Comprendo che il ministro della Salute possa auspicare nuove risorse, il problema non è nello strumento ma nelle risorse”, ha detto il capo del Governo intervenendo in conferenza stampa da Palma di Maiorca.

Tradotto: il MES non serve fintantoché i soldi alla sanità arrivano. E, afferma il presidente del Consiglio, questi arriveranno: “Già nella Legge di ci sono cospicue risorse, nel Recovery Plan ci saranno cospicue risorse per il sistema sanitario”.

Conte ha aggiunto quindi che c’è già “un piano di rafforzamento della sanità”, e che il Governo farà “in modo che le risorse siano adeguate”.

Governo, chi vuole il Fondo salva-Stati

A non volere il MES, nella maggioranza, sembra siano rimasti però solo Conte e i 5 Stelle. Giusto ieri il vicesegretario PD Andrea Orlando aveva detto che lo strumento “va assolutamente preso in considerazione ed utilizzato”. Per l’uso del MES è anche Italia Viva e, dall’opposizione, anche Forza Italia che sosterrà il Governo nei voti su scostamento e Legge di Bilancio.

Anche il ministro dell’Economia Roberto Gualtieri, giorni fa, ha detto che sarebbe “più conveniente” accettare il MES.

Ulteriori dichiarazioni di Speranza sul tema saranno attese mercoledì prossimo: “Io sarà in Parlamento il 2 dicembre per presentare il piano strategico dei vaccini che stiamo costruendo”. Un piano che, verosimilmente, prevede l’impiego del MES.

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories