Legionella: sintomi e cause dell’infezione

Nuovi casi di legionella nel Nord Italia che spaventano gli abitanti della zona, soprattutto dopo i primi decessi. Di seguito scopriamo quali sono i sintomi dell’infezione, quali conseguenze porta e come si contrae.

Legionella: sintomi e cause dell'infezione

Nuovi casi di legionella spaventano la zona di Bresso, comune vicino Milano, dopo che ben 26 persone sono state contagiate e si teme per la falda acquifera. Una delle principali cause della legionella è il consumo di acqua inquinata, con la presenza del batterio che infetta poi il corpo.
A spaventare è la mortalità che questa malattia porta con sé, difatti nel milanese sono
già 3 decessi registrati in questi giorni su 26 casi registrati.

Se in un primo controllo le analisi dell’acqua non avevano mostrato alcun tipo di impurità, l’Ats ha effettuato nuovi controlli e ha riscontrato il batterio nella casa di una delle persone contagiate. A spaventare è però il campionamento delle acque effettuato su una fontana pubblica, risultato positivo; il direttore del dipartimento Ats di Milano ha però precisato:

Finora delle 12 colture portate a termine in tre abitazioni, due sono negative e una è positiva, ma dobbiamo aspettare 7-10 giorni per avere il risultato definitivo.

Il sindaco ha invitato tutti a mantenere la calma e in via precauzionale ha chiuso la “fontana mappamondo” nella quale un campionamento ha mostrato la presenza della legionella. La carica batterica del campionamento non è pura al 100%, ma per avere più dettagli si dovranno attendere qualche giorno.
Nel frattempo scopriamo quali sono i sintomi della legionella, come si contrae e a cosa fare attenzione.

Legionella: cause e sintomi dell’infezione

Il virus fu identificato per la prima volta nel 1976 quando gli ex combattenti dell’American Legion furono infettati da questo batterio. Le persone avevano partecipato ad un incontro in un albergo a Philadelphia e la fonte di contaminazione sembra esser stata l’aria condizionata della struttura.
In quel caso le persone che contrassero il virus furono 211 e i casi di decesso ben 34. Questo fu il primo caso di legionella e da quel momento la malattia ebbe questo nome proprio per le persone che la contrassero in quell’occasione.

Ma cos’è la legionella? In base a quanto riportato dal Ministero della Salute la legionella è

un batterio presente sia negli ambienti naturali come acque sorgive, comprese quelle termali, fiumi, laghi, fanghi, ecc, che in quelli artificiali. Da questi ambienti la legionella raggiunge quelli artificiali come condotte cittadine e impianti idrici degli edifici, quali serbatoi, tubature, fontane e piscine, che possono agire come amplificatori e disseminatori del microrganismo, creando una potenziale situazione di rischio per la salute umana.

Il batterio della legionella non sopravvive a temperature inferiori ai 20 gradi o superiori ai 45. I casi possono esser dovuti ad una sola fonte o a più problemi, ma solitamente si devono ad un unico punto di contagio che porta alla contaminazione. L’infezione si contrae solitamente nei mesi estivi e autunnali, date le temperature più elevate e idonee alla sopravvivenza del batterio.
I sintomi della legionellosi sono molto simili a quelli di una polmonite con tosse secca, brividi di freddo e alterazione della temperatura. In alcuni casi a questo si aggiunge anche: diarrea, spossatezza, dolori articolari e perdita di appetito che portano ad un deperimento della persona.

Solitamente i primi sintomi si palesano dopo 8-10 giorni periodo nel quale il batterio rimane in incubazione nel corpo. In questo periodo la persona che ha contratto la legionella non è contagiosa, dal momento che il batterio si trasmette per inalazione di aria o acqua contaminate.
Per avere la certezza che si tratti di legionella si devono effettuare degli esami specifici che mostreranno la presenza della legionella.
Solitamente la cura è l’antibiotico, che riesce a debellare il batterio e a riportare il corpo in piena forma. Le persone che sono decedute a Berso hanno avuto complicazioni, dovute principalmente all’età avanzata. Al momento il sindaco del comune invita alla calma e chiede di evitare inutili allarmismi.

Iscriviti alla newsletter

Condividi questo post:

Commenti:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.