Laurea in Lettere: posti concorsi scuola 2020 divisi per regione (le tabelle)

Teresa Maddonni

20 Aprile 2020 - 14:47

5 Giugno 2020 - 15:26

condividi
Facebook
twitter whatsapp

Laurea in Lettere: vediamo quanti sono i posti nei concorsi scuola 2020 divisi per regione. Vediamo anche quali sono i territori con più possibilità per aspiranti docenti e precari e quali le classi di concorso con più richieste attraverso delle tabelle in attesa dei bandi dal Miur.

Laurea in Lettere: i posti per i concorsi scuola 2020 divisi per regione dovrebbero essere in totale 4783. In questo numero sono compresi sia i posti per il concorso scuola straordinario per i docenti con almeno 36 mensilità di servizio, sia quelli del concorso ordinario.

Andremo a vedere, nel corso della trattazione, che questi posti sono divisi per diverse classi di concorso cui si accede con specifica laurea magistrale per insegnamenti quali: italiano, storia, geografia, storia, filosofia, greco e latino. Una divisione che riguarda anche ordini e gradi di istruzione differenti.

I bandi per i concorsi scuola, come anche per quello dell’infanzia e primaria, dovrebbero uscire a breve e comunque entro la fine del mese come ha sostenuto più volte la ministra dell’Istruzione Lucia Azzolina.

La stessa ministra ha informato che il concorso scuola straordinario potrà essere espletato, nonostante l’emergenza COVID-19, già nel mese di luglio per assunzioni dal primo settembre. Per il concorso ordinario bisognerà attendere forse ottobre.

Vediamo allora quanti dovrebbero essere i posti per i concorsi scuola 2020 per chi ha la laurea in Lettere e affini divisi per regione.

Laurea in Lettere: posti concorso scuola straordinario

Laurea in Lettere e affini: partiamo dal vedere quanti sono i posti per il concorso scuola straordinario divisi per regione e differenti classi di concorso, quindi insegnamenti, e istituti di diverso ordine e grado.

Ricordiamo, come abbiamo fatto per la laurea in Matematica e Fisica, preliminarmente quali sono i requisiti per il concorso scuola straordinario:

  • 36 mesi di servizio (3 annualità) svolte su posto comune o sostegno nelle scuole secondarie statali. Le annualità possono essere anche non consecutive nel periodo 2008/2009 e 2019/2020;
  • almeno un’annualità deve essere svolta nella classe di concorso per la quale si concorre;
  • possesso della laurea e relativi Cfu per la classe di concorso per la quale si concorre o diploma per ITP (Insegnanti tecnico-pratici).

Vediamo ora con la laurea in Lettere e affini quanti sono i posti divisi per regione per il concorso scuola straordinario per le seguenti classi di concorso:

  • A022 Italiano, storia, geografia nella Scuola Secondaria di I grado;
  • A012 Discipline letterarie negli istituti di istruzione secondaria di II grado;
  • A011 Discipline letterarie e latino;
  • A013 Discipline letterarie, latino e greco;
  • A021 Geografia;
  • A019 Filosofia e Storia;
  • A018 Filosofia e Scienze Umane.

Ricordiamo che per ciascuna classe di concorso è necessario essere in possesso della specifica laurea magistrale e relativi Cfu. La corrispondenza tra titolo di studio e classe di concorso è possibile verificarla attraverso le apposite tabelle ministeriali contenute nel decreto 19/2016 e successive modifiche con il decreto ministeriale 259/2017. Vediamo ora come sono divisi i posti per regione e classe di concorso.

RegioneA022A012A011A013A021A019A018
Abruzzo 27 17 4 0 1 0 0
Basilicata 11 6 1 0 1 6 2
Calabria 98 59 18 3 0 3 0
Campania 323 77 35 6 1 23 9
Emilia Romagna 228 146 22 3 9 11 3
Friuli Venezia Giulia 60 29 10 0 4 4 4
Lazio 201 98 26 11 4 29 8
Liguria 87 38 18 2 4 3 2
Lombardia 646 291 49 4 36 13 19
Marche 56 23 5 1 1 2 0
Molise 6 3 5 0 0 0 0
Piemonte 297 116 34 3 13 7 4
Puglia 76 52 22 2 5 8 5
Sardegna 95 58 19 4 6 3 1
Sicilia 93 43 9 0 1 4 2
Toscana 247 123 26 4 12 10 7
Umbria 39 20 1 2 1 0 0
Veneto 254 108 11 0 15 5 4
Totale 2844 1317 315 45 114 131 70

Laurea in Lettere: posti concorso scuola ordinario

Abbiamo visto con la laurea in Lettere (e affini) quali sono i posti del concorso scuola straordinario divisi per regione. Vediamo ora quanti sono i posti divisi per regione per il concorso scuola ordinario ricordando anche in questo caso quali sono i requisiti per accedervi.

Al concorso scuola ordinario possono accedere laureati con i 24 Cfu in discipline antropo-psico-pedagogiche e metodologie e tecnologie didattiche, chi ha meno di 36 mensilità di servizio, ma anche:

  • chi ha l’abilitazione sulla classe di concorso specifica;
  • chi ha l’abilitazione per un’altra classe di concorso o per altro grado di istruzione, fermo restando il possesso del titolo di accesso alla classe di concorso per la quale si concorre;
  • diploma ITP fino all’anno 2024/2025 senza 24 Cfu.

Il concorso scuola ordinario dovrebbe essere anche questo bandito entro la fine del mese di aprile con la possibilità di procedere alle selezioni il prossimo autunno. Vediamo allora quanti sono i posti per ciascuna classe di concorso e come sono divisi per regione.

RegioneA022A012A011A013A021A019A018
Abruzzo 27 16 6 0 2 0 2
Basilicata 12 7 2 0 2 7 2
Calabria 94 57 20 4 1 3 1
Campania 301 80 38 6 3 27 11
Emilia Romagna 237 155 25 4 8 12 5
Friuli Venezia Giulia 60 31 12 1 5 5 6
Lazio 179 97 29 14 4 30 7
Liguria 86 42 19 3 5 4 2
Lombardia 684 310 56 4 37 15 21
Marche 61 24 5 1 1 3 1
Molise 9 3 6 0 0 0 0
Piemonte 308 123 40 4 13 8 3
Puglia 70 59 23 3 6 8 5
Sardegna 92 57 21 6 6 5 2
Sicilia 84 41 8 1 1 6 4
Toscana 249 126 27 4 12 9 8
Umbria 38 16 3 3 3 1 2
Veneto 249 105 14 0 17 6 4
Totale 2840 1349 354 58 126 149 86

Come è possibile notare dalle tabelle sia per il concorso scuola ordinario sia per lo straordinario la classe di concorso con più posti è A022 per l’insegnamento di Italiano, Storia e Geografia alle scuole medie.

Le regioni con più posti sono quelle del Nord, in testa Lombardia seguita da Piemonte e Veneto. Al centro Toscana e subito dopo la regione Lazio. Al Sud l’unica regione a contare più posti sarebbe la Campania. Scarse possibilità ci sono invece nelle regioni più piccole come Basilicata e soprattutto Molise. Ricordiamo che questa è una prima stima e per l’ufficialità bisognerà attendere i bandi del Miur (oggi MI).

Iscriviti alla newsletter

Money Stories