Lamborghini Terzo Millennio: la supercar elettrica del futuro

icon calendar icon person
Lamborghini Terzo Millennio: la supercar elettrica del futuro

Lamborghini Terzo Millennio è l’auto del futuro realizzata in collaborazione con il MIT: un gioiello che diventerà realtà, anche se prezzo e data d’uscita sono ancora una fantasia.

Lamborghini Terzo Millennio è l’ultima arrivata a Sant’Agata Bolognese: una supercar futuristica - ma non troppo - realizzata in collaborazione con il MIT - Massachussets Institute of Technology, per anticipare le soluzioni che vedremo nei prossimi trent’anni di produzione automobilistica.

Chiaramente parliamo di un’auto elettrica, come imposto dai nuovi dettami sulle emissioni, ma che non avrà batterie. Al loro posto ci saranno dei supercondensatori simili a quelli utilizzati già da 5 anni sull’Aventador. Le novità non sono soltanto nel motore ma anche nella carrozzeria, creata in modo da poter accumulare energia, e nelle prestazioni da vera Lamborghini.

La vedremo su strada tra almeno una decina d’anni, per questo il prezzo e la data d’uscita ancora rimangono nella fantasia di chi sogna l’auto del futuro.

Lamborghini Terzo Millennio, le novità con il MIT

Dallo scorso anno, la Lamborghini ha annunciato la partnership con il MIT per sviluppare alcune tra le tecnologie che saranno protagoniste nel settore automobilistico per i prossimi trent’anni. Il concept che è stato creato da questa collaborazione ha il compito di dimostrare come il marchio italiano sarà pronto anche quando il mercato dell’automobile sarà completamente diverso.

Supercondensatori

Al posto delle comuni batterie, che presentano diversi limiti, il Dinca Research Lab sta studiando un modo per adeguare di condensatori che possano garantire un recupero di energia e un deterioramento nettamente inferiore delle componenti. Questa tecnologia è già presente da 5 anni sul modello Aventador, che utilizza dei supercondensatori a bassa tensione.

Carrozzeria

Anche la scocca può essere una fonte di energia, o meglio un accumulatore. I materiali svolgono un ruolo importante: le fibre composite possono immagazzinare energia grazie a delle superfici a nanocariche dentro al carbonio, e gli elettroni finirebbero all’interno di nanotubi integrati. In più la scocca può ripararsi da sola, facendo partire l’auto diagnosi anche dalla struttura in carbonio: il monitoraggio elettronico può inviare dei composti chimici che andrebbero a colmare le crepe.

Motore

Il cuore della Lamborghini Terzo Millennio non è il famoso V12 - il sound potrebbe essere replicato in qualche modo - ma le prestazioni rimangono quelle di una Lamborghini d’ultima generazione. Una hypercar vera e propria che contiene quattro motori elettrici nelle quattro ruote per una trazione totale. Decentrando il motore, gli ingegneri e i designer del Centro Stile Lamborghini si sono sbizzarriti sui flussi d’aria e l’aerodinamica del veicolo.

Lamborghini, l’innovazione non ha prezzo

Alcune delle tecnologie che abbiamo elencato e che si trovano sul concept saranno in dotazione sulle auto dalla prossima generazione. Rimanendo fuori dalla massima categoria dell’automobilismo, la Formula 1, il marchio italiano ha deciso di sperimentare le soluzioni da attuare nel futuro, e per farlo ha collaborato con il MIT.

Dall’aerodinamica, al motore, il concept è un insieme di innovazione futuristica che probabilmente diventerà obsoleto tra molto tempo.

Iscriviti alla newsletter "Tech" per ricevere le news su Lamborghini

Iscrivendoti acconsenti al trattamento dei dati personali ai sensi del Dlgs 196/03.

Chiudi [X]