Governo Draghi, il toto-ministri: Carlo Cottarelli e Ilaria Capua in pole

Alessandro Cipolla

3 Febbraio 2021 - 11:23

condividi
Facebook
twitter whatsapp

Iniziano a circolare i primi nomi della possibile squadra di governo di Mario Draghi: come ministri potrebbero trovare posto Carlo Cottarelli, Ilaria Capua e Marta Cartabia, con Fabio Panetta all’Economia.

Governo Draghi, il toto-ministri: Carlo Cottarelli e Ilaria Capua in pole

Serve un governo di alto profilo”. Questo è stato l’appello fatto da Sergio Mattarella ai partiti una volta appreso che, nonostante una trattativa a oltranza, era fallito il tavolo programmatico promosso da Roberto Fico nel corso del suo mandato esplorativo.

Il Presidente così è pronto a ricevere al Colle Mario Draghi, al quale dovrebbe affidare il compito di formare un governo visto che sarebbero tanti i rischi per il Paese andando al voto in piena pandemia.

Non sarà comunque facile per l’ex numero uno della BCE trovare una maggioranza politica pronta a sostenere un suo esecutivo in Parlamento: nonostante il richiamo fatto da Mattarella, molti partiti starebbero riflettendo sul da farsi con il Movimento 5 Stelle che, potendo contare su un terzo di deputati e senatori, sarà decisivo per la soluzione di questa crisi.

Nel frattempo immancabile come sempre è partito il toto-nomi dei possibili ministri che potrebbero formare il governo Draghi, che nel caso dovrebbe essere formato tutto da tecnici senza nessun esponente politico.

Governo Draghi: i possibili ministri

Dopo il nulla di fatto del mandato esplorativo a Roberto Fico, il Presidente Sergio Mattarella ha deciso di prendere in mano questa crisi convocando al Quirinale Mario Draghi per conferire un incarico di formare un nuovo governo.

Non mancano però le incognite, visto che senza un appoggio del Movimento 5 Stelle e della Lega, o almeno di una parte di questi, non ci sarebbero i numeri per dare vita a questo governo istituzionale.

Se alla fine si dovesse creare un ampio fronte trasversale, Mario Draghi dovrebbe a quel punto mettersi a lavoro per costruire la sua squadra di ministri da presentare al Colle, con il passaggio successivo che sarebbe poi quello della fiducia in Parlamento.

Per la delicata casella dell’Economia si parla di Fabio Panetta, economista ed ex Direttore generale della Banca d’Italia attualmente membro del Comitato esecutivo della Banca Centrale Europea. A lui quindi verrebbe dato in mano il fondamentale Recovery Plan.

Altro dicastero bollente è quello della Giustizia dove potrebbe accasarsi Marta Cartabia, l’ex presidente della Corte Costituzionale è stata in ballo anche per Palazzo Chigi, ma non sarebbe da escludere pure un possibile ritorno di Paola Severino.

Nel governo ci dovrebbe essere posto come ministro anche per Carlo Cottarelli, mentre per il Ministero della Sanità c’è l’opzione Ilaria Capua, stimata virologa che spesso è intervenuta nel dibattito sanitario durante questa pandemia.

Dopo essere stato chiamato da Giuseppe Conte per guidare la task force del Piano per la ripartenza, le porte dell’esecutivo si potrebbero aprire per Vittorio Colao così come per il fisico Roberto Cingolani e per Enrico Giovannini, ex presidente dell’Istat.

Iscriviti alla newsletter

Money Stories