Fondo perduto affitti, novità decreto Sostegni: cancellato il bonus della Legge di Bilancio 2021

Anna Maria D’Andrea

23/03/2021

13/04/2021 - 09:51

condividi
Facebook
twitter whatsapp

Fondo perduto affitti, il decreto Sostegni cancella il bonus previsto dalla Legge di Bilancio 2021. Resta l’agevolazione gemella prevista dal decreto Ristori, riconosciuta esclusivamente per i contratti in essere al 29 ottobre 2020. Si attende ora il provvedimento dell’Agenzia delle Entrate, in evidente ritardo rispetto ai tempi dettati dalla norma.

Fondo perduto affitti, novità decreto Sostegni: cancellato il bonus della Legge di Bilancio 2021

Fondo perduto affitti, il decreto Sostegni fa ordine tra le agevolazioni introdotte negli ultimi mesi ma rimaste inattuate.

Oltre all’abrogazione del fondo perduto per i centri commerciali e al restringimento dei beneficiari del contributo per le Città Santuario, il testo del decreto legge n. 41 del 22 marzo 2021 elimina il bonus sugli affitti introdotto dalla Legge di Bilancio 2021.

Si tratta del contributo a fondo perduto fino a 1.200 euro rimasto ad oggi inattuato, introdotto in favore dei locatori che riducono il canone di affitto, e di importo pari al 50% della riduzione accordata.

Resta in vigore il contributo a fondo perduto “gemello” previsto dal decreto Ristori, convertito nella legge n. 176 del 18 dicembre 2020, che tuttavia limita l’accesso alla misura esclusivamente per i contratti di locazione in essere al 29 ottobre 2020.

Fondo perduto affitti, novità decreto Sostegni: cancellato il bonus della Legge di Bilancio 2021

Se da un lato il decreto Sostegni riduce le risorse disponibili per il contributo a fondo perduto sugli affitti, dall’altro potrebbe sbloccare un’agevolazione rimasta fino ad oggi al palo.

Il perché della situazione di impasse è probabilmente da rinvenirsi nella “duplicazione” della norma in Legge di Bilancio 2021, in modalità pressoché identica rispetto a quanto previsto dalla legge di conversione del decreto Ristori, la n. 176 del 18 dicembre scorso.

Sono i commi da 381 a 384 della Legge di Bilancio 2021 ad essere abrogati, reindirizzando i 50 milioni di euro stanziati verso le nuove misure a sostegno di famiglie ed imprese.

Restano a disposizione del bonus affitto riconosciuto ai proprietari gli ulteriori 50 milioni di euro stanziati dalla legge di conversione del decreto Ristori, che ancor prima del varo della Manovra ha introdotto il fondo perduto del 50% in caso di riduzione del canone di locazione.

Rispetto a quanto previsto dalla Legge di Bilancio 2021, l’accesso alla misura è limitato ai contratti di locazione in essere alla data del 29 ottobre 2020. Nessun vincolo temporale era previsto invece dalla norma abrogata dal decreto Sostegni.

Non cambia invece l’importo del bonus riconosciuto così come i requisiti per accedervi.

Si ricorda che il contributo a fondo perduto per il locatore è riconosciuto in caso di affitto di un immobile ad uso abitativo in un Comune ad alta tensione abitativa, qualora costituisca abitazione principale dell’inquilino.

Nello specifico, l’accesso al fondo perduto è subordinato alla riduzione del canone previsto dal contratto di locazione. L’importo spettante è calcolato al 50% della riduzione accordata, entro un limite massimo annuo di 1.200 euro per singolo locatore.

Fondo perduto affitti in ritardo: dal decreto Sostegni il possibile avvio del bonus

Fatto ordine è necessario ora passare alla fase operativa.

Sia il contributo a fondo perduto per gli affitti introdotto dalla legge n. 176 che quello previsto dalla Legge di Bilancio 2021 sono ad oggi inattuati, nonostante siano ormai passati i 60 giorni di tempo previsti per ciascuna agevolazione.

Il provvedimento dell’Agenzia delle Entrate era atteso in ambedue i casi entro i primi giorni del mese di marzo. Il decreto Sostegni, con l’abrogazione di uno dei due “bonus gemelli”, consente agli uffici amministrativi di superare le difficoltà dovute alla duplicazione normativa.

Si auspica quindi che dall’Agenzia delle Entrate arrivi in tempi brevi l’atteso provvedimento, necessario per individuare le modalità per fare domanda di accesso al fondo perduto affitti.

Iscriviti alla newsletter

Money Stories