Covid, il vaccino di Pfizer è sicuro e efficace: il rapporto di FDA

Martino Grassi

8 Dicembre 2020 - 16:51

condividi
Facebook
twitter whatsapp

La Food and Drug Administration ha pubblicato un report con cui dichiara che il vaccino di Pfizer è sicuro ed efficace. Attesa per giovedì l’autorizzazione per l’uso d’emergenza.

Covid, il vaccino di Pfizer è sicuro e efficace: il rapporto di FDA

La Food and Drug Administration (FDA), ha reso noto che il vaccino di Pfizer è sicuro e in grado di offrire la protezione ai soggetti a cui viene iniettato. La notizia arriva proprio nello stesso giorno in cui il candidato dalla casa farmaceutica statunitense è statosomministrato alla prima persona nel Regno Unito, che già aveva dato l’ok all’utilizzo del farmaco.

L’FDA ha inoltro precisato che i dati del vaccino di Pfizer rispettano tutte le raccomandazioni richieste dall’agenzia governativa e proprio per questo motivo potrebbe ricevere nei prossimi giorni l’autorizzazione per l’uso di emergenza, che potrebbe arrivare pochi giorni dopo l’incontro del comitato consultivo in programma giovedì prossimo.

Vaccino di Pfizer è sicuro ed efficace

Il candidato di Pfizer ha ottenuto l’ok anche dall’FDA che ha pubblicato un rapporto con cui dichiara di non aver riscontrato nessun particolare problema di sicurezza e con cui conferma anche l’efficacia al 95%. Adesso si attende il via libera per l’uso di emergenza che potrebbe arrivare a breve.

Il vaccino di Pfizer è inoltre in grado di generare una forte risposta immunitaria in soli 10 giorni dopo la prima somministrazione. Durante lo scorso mese la casa farmaceutica aveva annuncia un’efficacia al 95% dopo due dosi di antidoto inoculate a distanza tre settimane l’una dall’altra. I nuovi dati a disposizione riducono le tempistiche evidenziando come la protezione contro il coronavirus inizi molto tempo prima.

A metà dei volontari che hanno preso parte alla sperimentazione è stato somministrato il vaccino, mentre all’altra metà un placebo. Nel gruppo dei soggetti vaccinati, l’insorgenza di nuovi casi di contagio si è ridotta circa 10 giorni dopo la somministrazione della prima dose.

Gli effetti collaterali del vaccino di Pfizer

Il rapporto pubblicato dall’FDA precisa che il vaccino è in grado di stimolare degli ottimi risultati in tutti i pazienti, indipendentemente dall’etnia, dal peso o dall’età dei 44mila volontari negli Stati Uniti, in Brasile e in Argentina che hanno preso parte alla sperimentazione. Durante le fasi di ricerca non sono nemmeno state riscontrati delle gravi problematiche o effetti collaterali, salvo leggeri dolori muscolari, febbre e altri sintomi non preoccupanti.

Il prossimo giovedì il comitato consultivo sui vaccini discuterà delle informazioni che ha a disposizioni e valuterà se acconsentire all’utilizzo del vaccino prodotto da Pfizer in collaborazione con BioNtech negli Stati Uniti. Ancora non è possibile stabilire con certezza la durata degli effetti del vaccino, e quindi per quanto tempo possa proteggere le persone a cui è stato somministrato.

Iscriviti alla newsletter

Money Stories