Il Covid non si ferma: in un giorno 1.129 morti in Germania, 3.725 negli Usa

Alessandro Cipolla

30 Dicembre 2020 - 16:23

condividi
Facebook
twitter whatsapp

Fuori controllo i contagi in molti Paesi, con la Germania che fa registrare 1.129 morti in un solo giorno mentre negli Stati Uniti nelle ultime 24 ore i decessi a causa del Covid sono stati 3.725.

Il Covid non si ferma: in un giorno 1.129 morti in Germania, 3.725 negli Usa

In Occidente le rispettive campagne di vaccinazione sono in pratica tutte partite, ma l’emergenza Covid non è mai stata così alta tanto da spingere i vari governi ad accelerare i tempi della somministrazione ai cittadini.

Situazione ormai più che critica in Germania, dove questa seconda ondata si sta rivelando ben più letale rispetto alla prima. Stando all’Istituto Robert Koch che monitora l’andamento della situazione fin dall’inizio di questa pandemia, nelle ultime 24 ore ci sono stati 1.129 morti a causa del Covid.

Un triste record questo per la Germania, dove sono in aumento anche i contagi con 22.459 nuovi casi annunciati il 30 dicembre contro i 19.400 del giorno precedente. Vista la situazione, il governo sembrerebbe essere pronto a prolungare il lockdown attualmente in vigore.

Non va di certo meglio negli Stati Uniti dove Anthony Fauci, fresco di riconferma da parte anche di Joe Biden alla guida del National Institute of Allergy and Infectious Diseases, si è scagliato contro gli spostamenti e le cene al chiuso degli ultimi giorni.

Quando si lascia un gran numero di persone che viaggia o che cena al chiuso - ha commentato Fauci in merito agli ultimi dati in merito all’emergenza coronavirus Oltreoceano - è allora che ci si ritrova nei guai”.

L’ultimo report sanitario indica infatti che negli Stati Uniti nell’ultimo giorno sono morte 3.725 persone a causa del Covid, con i nuovi casi giornalieri che ormai da inizio dicembre sono costantemente oltre i 200.000.

Il tutto mentre nel Regno Unito il governo è pronto a emanare nuove misure restrittive per far fronte all’aumento dei contagi, mentre anche in Francia l’Eliseo sarebbe pronto a intervenire dopo i 969 morti che ci sono stati il 29 dicembre.

Iscriviti alla newsletter

Money Stories