Covid: al via le indagini dell’OMS a Wuhan per scoprire le origini del virus

Riccardo Lozzi

4 Febbraio 2021 - 17:43

condividi
Facebook
twitter whatsapp

Dopo l’arrivo a Wuhan lo scorso 14 gennaio, sono iniziate ufficialmente in Cina le indagini sulle origini del Covid-19 da parte del team di scienziati inviato dall’OMS.

Covid: al via le indagini dell'OMS a Wuhan per scoprire le origini del virus

Il team di scienziati dell’Organizzazione Mondiale della Sanità ha iniziato ufficialmente le indagini sulle origini della pandemia da Covid-19 a Wuhan, la provincia cinese in cui si sono registrati i primi casi.

I componenti dello staff inviato dall’OMS erano arrivati in Cina lo scorso 14 gennaio, ma, a causa delle quarantena imposta dal Governo e alcuni ritardi burocratici, hanno dato il via alle investigazioni solo alla fine della scorsa settimana.

Domenica i medici hanno visitato il mercato ittico di Huanan, in cui si sono osservati diversi contagi da coronavirus alla fine del 2019 e che viene ritenuto uno dei luoghi che ha dato origine alla sua propagazione.

Ieri invece è stato il turno dell’Istituto di virologia di Wuhan, il laboratorio di ricerca accusato di aver creato il virus dall’ex presidente degli Stati Uniti Donald Trump, senza però alcuna prova certa.

Al via le indagini dell’OMS a Wuhan per scoprire le origini del Covid

Secondo gli scienziati non ci sono elementi sufficienti a supporto dell’ipotesi di una fuga dal laboratorio cinese, poiché non è stata trovata alcuna corrispondenza tra le sequenze genetiche del Covid-19 e i virus analizzati dai membri del personale.

Gli esperti hanno incontrato la dottoressa Shi Zhengli, soprannominata Bat Woman per i suoi studi sui coronavirus trasmessi dai pipistrelli, i quali viene ritenuto siano i “responsabili” dell’attuale crisi pandemica.

I pipistrelli, infatti, sono portatori sani di molti agenti patogeni che non causano effetti nocivi su di loro, grazie ad una resistenza naturale di cui sono dotati, ma che hanno generato malattie devastanti per l’uomo, tra cui Ebola, rabbia, SARS e la sindrome respiratoria medio-orientale (MERS).

La teoria più accreditata dalla comunità internazionale scientifica è quella di un passaggio di specie dal pipistrello all’uomo, attraverso probabilmente un altro animale intermedio.

Visitati il mercato ittico di Huanan e Istituto di virologia di Wuhan

Peter Daszak, membro del team dell’OMS, ha rivelato nella sua prima intervista dall’arrivo in Cina ai microfoni dell’emittente inglese di Sky News di aver avuto accesso a nuove informazioni e a materiale prezioso per comprendere meglio il virus.

Tuttavia, il medico inglese si dice rammaricato per non aver potuto iniziare le ricerche un anno prima, così da riuscire a ottenere risultati ancora più interessanti.

L’équipe del World Health Organization ha inoltre affermato che occorrerà del tempo prima di avere i primi esiti delle indagini in corso, suggerendo anche di non avere aspettative troppo alte, nonostante gli occhi di tutto il mondo siano puntati su di loro.

Intanto il Governo di Pechino ha annunciato nelle stesse ore che fornirà presto 10 milioni di dosi di vaccino anti-Covid a Covax, l’organismo internazionale per la distribuzione equa del farmaco in tutto il mondo.

Iscriviti alla newsletter

Money Stories