Covid, come proteggere i bambini sotto i 12 anni senza il vaccino

Fiammetta Rubini

13/09/2021

22/09/2021 - 13:25

condividi

Come proteggere i bambini under 12 dal coronavirus, secondo Anthony Fauci, in attesa dell’approvazione di un vaccino anche per i più piccoli. A che punto siamo?

Covid, come proteggere i bambini sotto i 12 anni senza il vaccino

Il dott. Anthony Fauci, tra i massimi esperti a livello mondiale nel campo delle malattie infettive e dell’immunologia e consigliere medico del presidente degli Stati Uniti, ha spiegato come possono fare gli adulti a proteggere i bambini contro il Covid-19 in mancanza di un vaccino approvato per gli under 12.

“Il modo in cui proteggi i bambini che a causa della loro età non possono ancora essere vaccinati è circondarli di persone vaccinate, che si tratti di amici, familiari, insegnanti di scuola, personale scolastico…”, ha detto Fauci in un’intervista a CNN.

Fauci: come proteggere i bambini dal Covid senza il vaccino

“Se gli Stati Uniti vogliono garantire la scuola in presenza, le persone devono indossare la mascherina”, ha detto Fauci. Se la mascherina è importante, osserva il consulente medico di Biden, la vaccinazione è il metodo numero uno per ridurre i ricoveri.

Secondo un recente studio condotto dal CDC (Centri per la prevenzione e il controllo delle malattie), è aumentato il numero di bambini che per il Covid hanno avuto bisogno del pronto soccorso o di ricovero negli Stati americani con i tassi di vaccinazione più bassi.

Da metà a fine agosto il tasso di casi di ragazzi fino a 17 anni arrivati in pronto soccorso è stato 3,4 volte superiore negli Stati con meno persone vaccinate, e i ricoveri in ospedale quasi 4 volte di più rispetto agli Stati con un tasso di vaccinazione più alto.

Tra gli sforzi per contrastare l’ondata di infezioni da variante Delta e ricoveri anche la somministrazione della terza dose negli Stati Uniti. CDC e FDA hanno dato l’ok alla terza dose del vaccino per le persone con sistema immunitario compromesso che potrebbero avere una protezione più debole con un solo richiamo. Dal 13 agosto a oggi circa 1,78 milioni di persone negli USA hanno ricevuto l’ulteriore dose di Pfizer o Moderna.

FDA ha inoltre detto che probabilmente anche le persone che hanno fatto Johnson & Johnson dovranno fare il richiamo. L’OMS ha chiesto una moratoria per la terza dose del vaccino almeno fino alla fine di settembre, per evitare di mettere sotto pressione le catene di approvvigionamento e fare in modo che almeno il 10% della popolazione dei Paesi poveri possa ricevere la prima dose.

Vaccino bambini under 12: a che punto siamo

Pfizer e Moderna stanno correndo per presentare i dati clinici necessari per l’approvazione normativa dei loro vaccini ai soggetti sotto i 12 anni.

La FDA, Food and Drug Administration, ha dichiarato che sta cercando di completare la revisione dei dati il più rapidamente possibile, probabilmente nel giro di settimane. L’agenzia ha concesso la piena approvazione per l’uso del vaccino Pfizer/BioNtech nelle persone sopra i 16 anni ma ora è sotto pressione per approvare il vaccino per i bambini di età inferiore ai 12 anni a causa dell’ondata di infezioni alimentata dalla variane Delta, che negli USA ha già creato problemi alla riapertura delle scuole.

Pfizer ha fatto sapere che prevede di disporre dei dati necessari sulla sicurezza e sull’immunogenicità del vaccino per l’approvazione sui bambini dai 5 agli 11 anni entro fine ottobre. Dopodiché si passerà ai dati degli studi sui bambini di età compresa tra i 2 e i 5 anni e poi ai bambini tra i 6 mesi e i 2 anni.

La roadmap di Moderna sarà più lenta. La società ha dichiarato che i suoi studi sui bambini tra i 6 e gli 11 anni sono in corso.

Argomenti

# Pfizer

Iscriviti a Money.it