Covid, l’allarme della Merkel: “Varianti possono avere effetti catastrofici”

Alessandro Cipolla

11/02/2021

03/05/2021 - 13:53

condividi

Angela Merkel davanti al Bundestag ha parlato del pericolo delle varianti, ammettendo l’errore di non avere fatto subito un lockdown quando in Germania erano chiari i segnali dell’arrivo della seconda ondata.

Covid, l'allarme della Merkel: “Varianti possono avere effetti catastrofici”

Fa il mea culpa Angela Merkel nel suo intervento al Bundestag, dove ha riferito del vertice con i presidenti del Länder dove è stata presa la decisione di prorogare fino al 7 marzo il lockdown attualmente in vigore.

Una scelta dettata dall’emergenza ancora in corso in Germania, dove nelle ultime 24 ore si sono registrati oltre 9.000 nuovi casi e 666 decessi. Finché non si scenderà sotto i 35 casi ogni 100.000 abitanti, non ci sarà un allentamento delle misure restrittive: soltanto la scuola e i parrucchieri saranno esentati dal prolungamento della serrata.

Non abbiamo bloccato la vita pubblica abbastanza presto o in modo sufficientemente sistematico - ha ammesso la Merkel - mentre c’erano i segnali di una seconda ondata e gli avvertimenti di vari scienziati”.

L’errore per la cancelliera sarebbe stato quello di non essere intervenuti subito con un lockdown, aspettando invece che la seconda ondata del Covid dilagasse anche in Germania.

Adesso tutte le attenzioni sono rivolte alla varianti, che per Angela Merkel potrebbero avere degli effetti catastrofici “sono molto più aggressive, e dunque più contagiose, del virus originario e potrebbero distruggere tutti i successi raggiunti grazie al lockdown”.

Per questo motivo, in Germania si è deciso di non stabilire date per la fine delle misure di contenimento in vigore, ma gli allentamenti avverranno solo quando saranno raggiunti determinati indici di contagio.

Iscriviti a Money.it