Covid, a Varese scoperta una variante rarissima: solo 2 casi nel mondo

Martino Grassi

6 Marzo 2021 - 23:02

condividi

A Varese è stata identificata una nuova variante di coronavirus che presenta una struttura unica. Al momento è stato registrato solo un altro caso al mondo, in Thailandia.

Covid, a Varese scoperta una variante rarissima: solo 2 casi nel mondo

A Varese è stata scoperta una nuova e, al momento, rarissima variante di coronavirus. Fino ad oggi, questa mutazione individuata dal Laboratorio di Microbiologia dell’ASST Sette Laghi, l’ex azienda ospedaliera di Varese, è stata trovata solamente in un altro caso in Thailandia.

La scoperta è stata poi confermata anche dagli scienziati del San Raffaele di Milano, che hanno ricostruito l’intero genoma del virus in tempi record. Al momento sembra che le caratteristiche di questo nuovo ceppo non rappresentino una minaccia per l’efficacia dei vaccini, ma proseguiranno gli studi sulle mutazioni genetiche.

Covid, a Varese scoperta una variante rarissima

A Varese è stata scoperta una nuova variante di Covid identificata al momento solamente in un’altra persona in Thailandia, in questo caso si trattava di un viaggiatore in arrivo dall’Egitto. I ricercatori dell’Asst, guidati dal professor Fabrizio Maggi hanno precisato che al momento questo nuovo ceppo manifesta delle differenze nell’intera proteina Spike, ossia la parte del coronavirus con cui il patogeno entra attacca le cellule dell’organismo umano.

Il professor Maggi ha spiegato che “l’identificazione di questa variante che ha solo un altro caso descritto al mondo è il punto di partenza per nuovi studi e approfondimenti. In particolare, ora che l’intero genoma di questa variante del virus è stato ricostruito, potremmo capirne il significato biologico con studi in vitro e dimostrarne l’eventuale impatto clinico ed epidemiologico sulla popolazione”.

Dal Laboratorio di Microbiologia arriva poi la precisazione che, dal sequenziamento dell’intera proteina spike, è emersa “una struttura molecolare unica, diversa da tutte le altre”. Al momento non si conoscono ancora le caratteristiche definitive di questo nuovo ceppo o quale possa essere il suo impatto epidemiologico, ma dai ricercatori arriva la rassicurazione che non dovrebbe essere resistente ai vaccini.

Scoperta di rilievo internazionale

Quella avvenuta in Lombardia è una scoperta di rilievo internazionale, spiega la vicepresidente e assessore al Welfare di Regione Lombardia, Letizia Moratti, aggiungendo che “l’informazione scientifica di cui siamo stati relazionati sembra infatti darci indicazioni confortanti riguardo l’efficacia dei vaccini anche in questi casi”.

Con l’identificazione di questa rarissima variante del Covid-19 svolta dal laboratorio di microbiologia di Asst Sette Laghi, ha continuato ancora l’assessore, “la Lombardia ha dato dimostrazione dell’eccellenza delle proprie strutture in questo caso con l’Asst Sette Laghi e l’Università dell’Insubria e l’Ospedale San Raffaele di Milano, con risultati rilevanti a livello internazionale”.

Argomenti

Iscriviti a Money.it

SONDAGGIO