Covid, Mosca cancella le restrizioni: la capitale della Russia torna alla normalità

Martino Grassi

27 Gennaio 2021 - 13:22

condividi
Facebook
twitter whatsapp

Il sindaco di Mosca ha deciso di eliminare tutte le restrizioni contro il coronavirus. Bar, ristoranti e discoteche torneranno ad essere aperte e non sarà più in vigore il coprifuoco.

Covid, Mosca cancella le restrizioni: la capitale della Russia torna alla normalità

Il sindaco di Mosca, la capitale della Russia, ha deciso di eliminare tutte le restrizioni contro il Covid, facendo tornare la sua città alla normalità. Sembrerebbe che la massiccia vaccinazione effettuata nel Paese, e il mantenimento della distanza di sicurezza in vigore fino ad oggi, abbiano manifestato gli effetti desiderati.

Inoltre, secondo il primo cittadino, Sergei Sobyanin, meta dei cittadini di Mosca sarebbe ormai immune al coronavirus e questo permetterebbe di allentare le misure restrittive, forte anche del tasso di nuovi contagi, che si è abbassato drasticamente nelle ultime settimane.

Covid, Mosca cancella tutte le restrizioni

La città di Mosca ha deciso di eliminare tutte le restrizioni contro il coronavirus data la diminuzione dei casi registrati nell’ultima settimana. Il primo cittadino ha infatti dichiarato che non sono stati “più di tremila al giorno nell’ultima settimana”, anche le terapie intensive non sono più critiche, attestandosi ad una disponibilità di posti letto superiore al 50%. Queste cifre hanno quindi convinto il sindaco di Mosca ad allentare la presa.

In definitiva quindi a Mosca cadrà il coprifuoco, e bar, ristoranti, discoteche e night club potranno riaprire e tornare alla loro normale attività. Anche lo smartworking diventerà una semplice raccomandazione, eliminando l’obbligo di trasferimento del 30% del personale al lavoro a distanza. A partire dalla metà di gennaio tutti gli studenti sono tornati a svolgere le lezioni in aula, e il 6 gennaio si deciderà se far rientrare anche gli studenti universitari a partire dalla metà di febbraio. Resterà comunque l’obbligo di indossare le mascherine all’interno dei negozi e sui mezzi di trasporto.

Sergei Sobyanin ha fatto sapere attraverso il proprio sito web che “la pandemia è in declino ed è nostro dovere creare le condizioni per la ripresa economica più veloce possibile.

La situazione Covid in Russia

Sebbene il sindaco di Mosca abbia dipinto una situazione molto rassicurante della sua città, lo stesso non si può dire per il resto della Russia, dove il coronavirus continua a correre. Secondo i dati forniti dalla John Hopkins University, che monitora l’andamento del coronavirus in tutto il mondo, la Russia è il quarto Paese al mondo per numero di contagi, con oltre 3,7 milioni di contagi dall’inizio della pandemia e quasi 70.000 morti.

Al momento Russia ha già approvato due vaccini contro il Covid-19 e sta progettando di registrare un terzo vaccino nelle prossime settimane, con la speranza di riuscire a vaccinare decine di milioni di russi entro l’estate del 2021.

Iscriviti alla newsletter

Money Stories