Conte si è dimesso, parte la caccia ai responsabili: cosa può succedere ora

Alessandro Cipolla - Mario D’Angelo

26/01/2021

30/07/2021 - 15:05

condividi

Giuseppe Conte si è dimesso questa mattina aprendo la crisi di governo, con le consultazioni che inizieranno domani pomeriggio: proseguono febbrili le trattative per allargare la maggioranza, ma al momento i numeri ancora non ci sarebbero.

Giuseppe Conte è salito questa mattina al Colle dove si è dimesso dopo un passaggio alle 9.00 in Consiglio dei Ministri. L’avvocato come ha confermato una nota del Quirinale rimarrà formalmente in carica per il disbrigo degli affari correnti.

Dopo aver resistito per giorni, Conte ha ceduto alle pressioni di chi voleva prima un suo passo indietro per poi iniziare a trattare per un governo ter. Resta da capire ora se i tanto chiacchierati “responsabili” si paleseranno o meno, visto che al Senato ne servirebbero almeno una decina.

Al momento le voci di Palazzo parlano di pontieri più che indaffarati: l’opera di reclutamento sarebbe a buon punto, ma a Palazzo Madama ancora non ci sarebbero i numeri per una maggioranza solida.

Di certo questa crisi di governo sarà molto veloce, la situazione del Paese lo impone, con le consultazioni che inizieranno domani pomeriggio, sempre che Conte ottenga un mandato esplorativo da parte del Presidente Mattarella che pretende precise garanzie.

L’alternativa a un Conte-ter è un governo di unità nazionale con un diverso inquilino a Palazzo Chigi: nel caso di una soluzione politica in pole ci sarebbe Dario Franceschini, mentre Marta Cartabia è il nome più chiacchierato se invece si dovesse virare su un profilo tecnico.

Dimissioni Conte: la diretta live della crisi di governo

Ore 15:52 - Per Adnkronos a momento ci sarebbero diversi “responsabili” pronti a sostenere Conte, ma ancora numericamente manca qualcosa.

Ore 15:33 - Per la senatrice dell’UdC Binetti non ci sarebbe alcun veto a Conte.

Ore 15:17 - Anche Toti leader di Cambiamo apre a possibili soluzioni di larghe intese: “Pronti a dare una mano ma no a governicchi”.

Ore 15:15 - Le parole di Tajani dopo le dimissioni di Conte: “Per Berlusconi si può dar vita a un governo di unità nazionale, l’alternativa è il voto. Forza Italia non uscirà dalla coalizione”.

Ore 15:10 - “Possiamo avere commesso degli errori, altri li valuteranno, ma possiamo dire di avere agito sempre in coscienza - avrebbe detto Conte a termine del CdM stando a La Repubblica - Avremmo potuto fare altro, certo, ognuno di noi ha dei limiti, ma non ci siamo risparmiati”.

Ore 15:01 - Nei giorni scorsi spesso si è detto che, appena Conte si fosse dimesso, si sarebbero materializzati i “responsabili”. Al momento però ancora tutto tace e, se non dovessero a breve costituire un gruppo parlamentare al Senato, il Conte-ter diventerebbe impossibile.

Ore 13:28 - Vista la pandemia, le consultazioni di Mattarella saranno in streaming con la possibilità anche di essere seguite in diretta.

Ore 12:53 - Con una nota il Quirinale ha confermato le dimissioni di Conte, che ora rimarrà comunque in carica per gli affari correnti.

Ore 12:43 - conte ora è al Senato a colloquio con la Presidente Casellati.

Ore 12:30 - Conte ha lasciato il Colle.

Ore 12:08 - Conte è arrivato al Quirinale

Ore 11:43 - Anche dopo le dimissioni, Conte dovrebbe rimanere formalmente in carica per il disbrigo degli affari correnti.

Ore 11:36 - Visto che domani mattino il Presidente Mattarella sarà impegnato nelle celebrazioni della Giornata della Memoria, le consultazioni dovrebbero iniziare nel pomeriggio.

Ore 11:03 - Queste sarebbero state le parole di Conte ai suoi ministri: “Ringrazio l’intera squadra di governo, ogni singolo ministro, per ogni giorno di questi mesi insieme”.

Ore 10:57 - Alle ore 12 Conte salirà al Quirinale.

Ore 10:53 - Durante il CdM i capi delegazione di PD, M5S e LeU hanno ribadito il proprio sostengno a Conte.

Ore 10:46 - Terminato il Consiglio dei Ministri

Ore 10:14 - Gregorio De Falco, uno dei responsabili, così a radio Cusano Campus: “Entrerei in maggioranza solo per fare cose efficaci per il contrasto alla pandemia”.

Ore 10:05 - Secondo l’Ansa, Conte avrebbe appena dichiarato ai suoi ministri la volontò di dimettersi.

Ore 09:31 - Ettore Rosato (IV) intervistato dal Piccolo: “Abbiamo posto questioni di merito e ci aspettiamo risposte di merito”.

Ore 09:22 - Dovrebbe essere iniziato il Consiglio dei Ministri dove Conte dovrebbe comunicare all’esecutivo la decisione di salire al Colle.

Ore 08:58 - Conte è arrivato a Palazzo Chigi dove a breve inizierà il Consiglio dei Ministri.

Ore 08:30 - Anche il PD ribadisce di voler andare avanti con Conte, ma i dem chiedono un allargamento della maggioranza.

Ore 08:15 - Scettica su un nuovo governo Conte l’esponente di LeU Loredana De Petris: “Non capisco come possano uscire col Conte ter se non ci sono stati con il Conte bis, quelli per quanto riguarda l’allargamento”.

Ore 08:05 - In vista delle dimissioni di Conte, probabilmente salterà anche il voto di domani in Parlamento sulla relazione del ministro Alfonso Bonafede sulla Giustizia.

Ore 08:00 - I capigruppo del Movimento 5 Stelle di Camera e Senato, Davide Crippa e Ettore Licher, hanno confermato che il Conte-ter è “l’unico sbocco di una crisi scellerata”.

Iscriviti a Money.it