Cashback di Natale: come avere il rimborso fino a 150 euro

Martino Grassi

4 Dicembre 2020 - 10:25

4 Dicembre 2020 - 17:18

condividi
Facebook
twitter whatsapp

Al via dall’8 dicembre il cashback di Natale con cui ottenere un rimborso fino a 150 euro per le spese effettuate con carte, bancomat e app nel mese di dicembre. Ecco a chi spetta, come funziona e come averlo.

Cashback di Natale: come avere il rimborso fino a 150 euro

Nel corso della conferenza stampa di giovedì 3 dicembre, il premier Conte ha annunciato l’arrivo del cashback di Natale, un’iniziativa che permetterà di ottenere un rimborso fino a 150 euro per le spese effettuate a dicembre. Una nuova proposta che offre un maggiore sostegno alle famiglie in questo momento di difficoltà, che fa parte del piano Italia Cashless, nel quale rientrano anche cashback già approvato, la lotteria degli scontrini e il bonus bancomat.

Grazie a questo ulteriore bonus, quest’anno in totale i cittadini potrebbero ottenere un rimborso complessivo di 3.450 euro usufruendo di tutti gli incentivi.

A partire dall’8 dicembre sarà quindi possibile richiedere il rimborso di alcune spese effettuate con pagamenti digitali, l’obiettivo del nuovo bonus, ha spiegato il presidente del Consiglio, è quello di sostenere il settore dello shopping e di aiutare le famiglie. “La misura non è valida per gli acquisti online. È un periodo in cui tutti abbiamo contribuito a incrementare gli acquisti online, adesso dobbiamo favorire gli esercizi commerciali”, ha aggiunto Conte, oltre che fronteggiare l’evasione fiscale.

Ma vediamo chi può richiederlo, come funziona e come averlo.

Cashback: come avere il rimborso di Natale

Il cosiddetto extra cashback di Natale è un rimborso del 10%, fino ad un massimo di 150 euro, per le spese effettuate dall’8 al 31 dicembre, con carta di credito, prepagata, bancomat, bonifico o app di pagamento.

Il bonus prevede un rimborso che avverrà direttamente sul conto corrente del cittadino che effettuerà qualsiasi tipo di spesa attraverso metodi di pagamento tracciabili durante il mese di dicembre. Per partecipare all’iniziativa bisogna essere maggiorenni residenti in Italia, scaricare e registrarsi all’App IO della Pubblica Amministrazione e fare almeno 10 acquisti con carte, bancomat o app di pagamento.

All’interno di una famiglia potrà partecipare ogni membro, purché maggiorenne, e i vari bonus potranno essere cumulati tra loro. In sostanza quindi una coppia potrebbe ottenere durante il mese di dicembre fino a 300 euro di rimborso.

Come partecipare al cashback di Natale

Per pertecipare al cashback di Natale è necessario seguire alcuni semplici passaggi. Innanzitutto bisognerà assicurarsi di essere dotati dello SPID, ossia l’identità digitale, qualora non fosse ancora stato richiesto potrà essere fatto sull’apposito sito.

In alternativa potrà essere utilizzata la Carta di Identità Elettronica (CIE 3.0) abbinata al PIN ricevuto al momento del rilascio.

A questo punto si dovrà scaricare l’App IO ed effettuare l’accesso attraverso le credenziali SPID o con la CIE abbinata al PIN. Durante la registrazione verranno richiesti anche gli estremi di una o più carte di credito, carte di debito, PagoBancomat oppure di attivare il cashback sull’account Satispay. Da gennaio saranno introdotti altri metodi di pagamento, come l’account Bancomat Pay e poi Apple Pay, Google Pay e anche altre tipologie di carte e app che aderiranno all’iniziativa.

Infine sarà richiesto il codice IBAN del conto sul quale si intende ricevere il rimborso, che avverrà direttamente con un bonifico nei primi mesi del 2021. Questo potrà essere aggiunto anche in seguito a patto che venga rispettata la scadenza fissata per la fine di dicembre 2020.

A questo punto, una volta effettuatati i 10 acquisti, entro il 31 dicembre e tramite pagamenti digitali, si potrà richiedere il rimborso del 10%, che avverrà direttamente sul proprio conto corrente.

Per quali acquisti è valido?

Il cashback di Natale sarà valido per tutti gli acquisti effettuati all’interno di negozi, bar e ristoranti, supermercati, centri commerciali e grande distribuzione, oltre che artigiani o professionisti, come idraulici o dentisti.
Per il momento il Governo ha deciso di escludere alcune tipologie di acquisti tra cui:

  • quelli effettuati online, ad esempio attraverso e-commerce;
  • per quelli necessari alla propria attività lavorativa;
  • per le operazione effettuate agli sportelli ATM, come ad esemprio le ricariche telefoniche;
  • i bonifici SDD per addebiti diretti sul conto corrente;
  • per i pagamenti ricorrenti con addebito su carta o su conto corrente.

Le soglie dei rimborsi del cashback di Natale

Per ricevere il rimborso del 10% del cashback di Natale si dovranno effettuare almeno 10 acquisti entro il 31 dicembre. Per ogni transazione effettuata tramite pagamenti digitali avremmo diritto ad un rimborso massimo di 15 euro, anche se l’importo dello scontrino è superiore a 150 euro, superata questa cifra non avremmo diritto ad un bonus extra, i vari acquisiti che concorrono al bonus non potranno essere cumulati tra loro.

In sostanza dunque se effettuo una spesa di 280 euro pagandola con metodi digitali, avrò il diritto di richiedere il rimborso del 10% fino ad un massimo di 15 euro. Per una spesa di 30 euro invece il bonus che riceverò sarà solo di 3 euro, per un totale complessivo di 18 euro, a fronte di una spesa di 310 euro.

Iscriviti alla newsletter

Money Stories

Selezionati per te

Correlato