Calenda supera Renzi: Italia Viva sempre più in crisi?

I sondaggi vedono Azione davanti a Italia Viva: da possibili alleati adesso Carlo Calenda e Matteo Renzi sembrerebbero sfidarsi per la guida del fronte moderato, ma per entrambi c’è il rischio di non superare la soglia di sbarramento.

Calenda supera Renzi: Italia Viva sempre più in crisi?

Carlo Calenda sorpassa Matteo Renzi. Parla chiaro il sondaggio politico di Swg diramato in data 25 maggio dal Tg La7, con Azione che ora nelle intenzioni di voto sarebbe davanti a Italia Viva.

Uno scenario impensabile a settembre quando, reagendo in maniera diversa alla nascita del governo giallorosso, entrambi hanno deciso di lasciare il Partito Democratico e fondare una loro nuova forza politica.

Se da una parte Calenda ha fatto le valigie in aperta polemica con l’alleanza dei dem con il Movimento 5 Stelle, dall’altra Renzi è stato l’artefice di quel connubio lasciando poi il PD per ritagliarsi un proprio spazio dopo essersi assicurato di aver evitato nuove elezioni.

Guardando i sondaggi, entrambi i partiti sembrerebbero essere lontani da quella doppia cifra auspicata come obiettivo, con Azione però che sarebbe in crescita al contrario di Italia Viva ormai sempre più in crisi.

Calenda supera Renzi nei sondaggi

Parla chiaro il sondaggio di Swg: in piena emergenza dovuta al coronavirus, in questo momento se si andasse alle urne secondo l’indagine Azione finirebbe in maniera sorprendente davanti a Italia Viva.

Entrambi i partiti però sarebbero sotto la soglia di sbarramento del 3% prevista dal Rosatellum, con l’asticella che potrebbe essere anche innalzata al 4% se dovesse passare il Germanicum proposto dal tandem PD-5 Stelle.

Non è un caso che nei mesi scorsi, prima dello scoppio della crisi sanitaria, si era ipotizzata una sorta di coalizione riformatrice e moderata formata da Italia Viva, Azione, +Europa e magari una parte di Forza Italia.

Del resto alle elezioni regionali in Puglia i tre partiti hanno annunciato che non sosterranno il governatore uscente di centrosinistra Michele Emiliano, ma presenteranno un loro candidato governatore.

Guardando il sondaggio, potrebbe sembrare però che i voti persi da Italia Viva siano stati tutti intercettati da Azione, come se le due forze politiche in fondo si stessero contenendo lo stesso elettorato.

In più ultimamente i rapporti tra Carlo Calenda e Matteo Renzi, dopo una sorta di riappacificazione a inizio anno, sembrerebbero essere tornati a essere tesi tesi tanto da poter rendere difficile ipotizzare una loro possibile alleanza.

Da soli però entrambi rischiano di restare fuori dal prossimo Parlamento, anche se prima di fare discorsi simili si dovrà capire con quale legge elettorale gli italiani saranno chiamati a esprimersi alle prossime elezioni.

Iscriviti alla newsletter

Money Stories