COVID e lockdown fermano la ripresa: mercati scossi, quali previsioni?

La corsa dei contagi in Europa e negli USA e il ritorno del lockdown stanno segnando il cammino della ripresa globale: peggiorano le previsioni, com mercati sempre più s ossi

COVID e lockdown fermano la ripresa: mercati scossi, quali previsioni?

COVID e lockdown protagonisti in questa fine ottobre: i mercati sono sempre più scossi dagli eventi e la ripresa frena a livello globale.

Le previsioni su un rilancio economico post-coronavirus stanno peggiorando dinanzi allo scenario di chiusure, blocchi di attività commerciali, aumenti esponenziali di positivi in Europa e non solo.

Il crollo di Wall Street e dei listini europei nella giornata di ieri, mercoledì 28 ottobre, ha segnato profondamente il sentiment degli investitori: cosa aspettarsi? Il timore è di un affondo dei mercati e del PIL con deboli possibilità di risalita nel medio termine.

Cosa aspettarsi dai mercati oggi, giovedì 29 ottobre?

Mercati scossi da epidemia e lockdown: cosa succede?

Le azioni asiatiche sono scese oggi dopo che il tonfo dei titoli negli Stati Uniti e in Europa.

L’aumento delle infezioni da coronavirus e i blocchi più severi introdotti in Paesi importanti, come la Francia ora in lockdown, hanno aggravatolo scenario della crisi da epidemia.

I futures statunitensi sono rimbalzati dal peggiore dei ribassi durante la notte.

Le perdite sono state più modeste in tutta l’Asia rispetto alla sessione americana, con le azioni in Australia che sono andate peggio e quelle in Cina in aumento. I contratti S&P 500 sono aumentati di circa l’1% dopo che il benchmark ha perso il 3,5% mercoledì, il suo calo più grande da giugno.

Anche i futures europei hanno guadagnato. Il petrolio è rimasto stabile dopo essere crollato di oltre il 5% sulla preoccupazione che l’aumento delle infezioni indebolirà la domanda.

In generale, il sentiment degli investitori sta cambiando, con i mercati scossi dall’incertezza elettorale negli Stati Uniti e ora dalle preoccupazioni economiche per l’aumento dei contagi in tutta Europa.

Ne sono convinti gli analisti, come Kerry Craig, stratega del mercato globale presso JPMorgan Asset Management, il quale ha osservato che: “queste forze a breve termine sono ben al di là del controllo dei singoli investitori, sottolineando la necessità di mantenere l’equilibrio nell’incertezza di adesso”.

In questa cornice di eventi e fragilità, si attende per oggi, giovedì 29 ottobre, la riunione della BCE, con possibili nuove indicazioni di politica monetaria per un’Eurozona in forte difficoltà.

Ripresa del PIL globale in forte rischio

Dinanzi a tali allarmanti novità su COVID e lockdown, diventano più fosche anche le previsioni sulla ripresa globale.

C’è un alto rischio che la recrudescenza dei casi di coronavirus interrompa il rilancio economico globale entro la fine dell’anno, secondo le stime di circa 500 economisti interpellati da Reuters.

Il rimbalzo atteso per il 2020 sarà molto più debole per la maggioranza degli intervistati. Secondo un’analisi piuttosto condivisa, una disoccupazione più elevata e un debito più elevato sembrano inevitabili, ma ci sono anche implicazioni per l’uguaglianza, il potenziale di crescita a lungo termine e la stabilità finanziaria.

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories