COVID-19 Campania, nuova ordinanza De Luca: scuola, mobilità con modifica su orari di ristorazione

L’ordinanza regionale del governatore della Campania, Vincenzo De Luca, è stata pubblicata e poi corretta successivamente. Le disposizioni su scuola, mobilità e ristorazione.

COVID-19 Campania, nuova ordinanza De Luca: scuola, mobilità con modifica su orari di ristorazione

Vincenza De Luca non perde un colpo ed è sempre attivo, con riferimento alle disposizioni COVID-19 in materia di misure restrittive, a emanare frequentemente nuove ordinanze valide per la Regione Campania. L’ultima, risale a oggi 26 ottobre 2020, poi successivamente rettificata, a causa di un omissione sull’orario, a partire dal quale, è vietata la vendita con asporto per quanto concerne gli esercizi di ristorazione. Ma vediamo quali sono i punti salienti dell’ordinanza corretta.

De Luca conferma la chiusura delle scuole

L’ordinanza n.85 del 26 ottobre 2020 firmata dal presidente della Regione Campania, rende noto che la suddetta resta valida fino al 31 ottobre, salvo interventi eccezionali dovuti a un cambiamento repentino della situazione epidemiologica.

A dispetto della disposizione nazionale (DPCM del 24/10/2020), De Luca conferma la didattica a distanza per la scuola primaria e secondaria, l’eventuale riattivazione delle attività didattiche in presenza sarà valutata nell’ultimo giorno del corrente mese, dall’Unità di Crisi Regionale che potrebbe anche prendere decisioni nel merito diverse, a seconda delle zone del territorio regionale campano. Confermato anche il divieto di didattica in presenza nelle Università, fatta eccezione per gli studenti del 1° anno.

Mobilità e ristorazione

Nessun cambiamento, rispetto alle precedenti ordinanze, per quanto concerne l’attività dei runners in luoghi non isolati, che continuerà a essere limitata tra le ore 6:00 e le ore 8:30, purché si svolga nel rispetto del distanziamento fisico.

Le attività di ristorazione (bar, ristoranti, pasticcerie, pizzerie e similari), si dovranno attenere all’orario di chiusura previsto dal DCPM del 24 ottobre 2020 (ore 18:00), la presente ordinanza della Regione Campania, impone il divieto alle suddette attività commerciali di effettuare la vendita di asporto dopo le ore 22:30. Sono esclusi gli esercizi che effettuano consegna a domicilio con un proprio mezzo di trasporto, in questo caso, l’ultima partenza possibile è effettuata alle ore 23:00.

Vincenzo De Luca conferma il divieto di spostarsi in un’altra provincia della regione, e come da disposizioni vigenti del DPCM del 24 ottobre 2020, invita fortemente la cittadinanza a non muoversi tra Comuni se non necessario. Il coprifuoco scatta alle ore 23:00.

Il governatore della Campania ha dato mandato all’Unità di Crisi Regionale, di fare una proposta su come la popolazione deve comportarsi nei giorni in cui si commemorano i defunti, ovvero l’1 e 2 novembre 2020. La valutazione deve pervenire sul tavolo di De Luca entro il 28 ottobre.

Iscriviti alla newsletter

Money Stories