CDA Mediobanca verso il rinnovo: i nomi nella lista di Bluebell

Bluebell Capital Partners ha presentato la lista dei nomi di chi proporrà in vista del rinnovo del CDA di Mediobanca.

CDA Mediobanca verso il rinnovo: i nomi nella lista di Bluebell

Bluebell Capital Partners ha recentemente messo a punto la lista che presenterà in vista del rinnovo del CDA di Mediobanca previsto per il 28 Ottobre, appoggiandosi a Novator Capital così da raggiungere la soglia minima di capitale dell’1%. Bluebell rappresenta così la terza di tre liste.

Cda Mediobanca, i nomi nelle liste di Bluebell Capital Partners

La prima lista, già depositata a settembre dal consiglio uscente, vede la conferma di Alberto Nagel e Renato Pagliaro; ad esclusione di Marie Bolloré e Alberto Pecci, tale lista è composta dalle stesse persone attualmente impegnate nel Cda di Mediobanca che nell’ultimo anno ha varato il piano strategico al 2023.

La seconda lista, presentata da Assogestioni in rappresentanza del mercato, conferma invece i due consiglieri di minoranza presenti nell’attuale Consiglio di Amministrazione, Angelo Gamba e Alberto Lupoi.

Infine, la terza lista, è stata presentata da Bluebell Capital Partners Limited e Novator Capital Limited e contiene quattro nomi: William Nott, Elisabetta Olivieri, Riccardo Pavoncelli, Alessandra Gavirati.

È difficile prevedere cosa sceglierà Del Vecchio, diventato recentemente primo azionista della banca con il 10%, che in un’intervista rilasciata a Il Messaggero ha dichiarato che valuterà i profili dei candidati e deciderà nell’interesse della banca.

A questo proposito Bluebell si dice convinta di aver schierato una lista di candidati pronta a mettere in campo tutte le competenze necessarie in coerenza con gli obiettivi da raggiungere.

I profili dei candidati di Bluebell al CDA di Mediobanca

William Nott - Dopo una lunga carriera in M&G Investments e dopo essere stato CEO di M&G Securities, è stato poi per 4 anni presidente dell’Efama (European Fund and Asset Manger Association), l’Associazione rappresentativa del mercato europeo in gestione degli investimenti. In particolare Nott, per quanto si configuri come un personaggio di lunga esperienza, potrebbe avere una incompatibilità legata alla sua recente uscita in Banca Syz Asset Management, di cui è stato CEO fino a pochi giorni fa. Questo potrebbe costituire infatti un conflitto di interesse professionale, come previsto dalle linee guida della BCE che impone alla banca di adottare adeguati presidi interni per la che possono arrivare a prevedere il divieto di partecipare a riunioni degli organi sociali che discutono di asset management.

Elisabetta Olivieri - Dopo il ruolo di Amministratore esecutivo in SNAM, attualmente ricopre il ruolo di Presidente in SAGAT e amministratore indipendente di ERG, Fincantieri, Trevi Finanziaria Industriale oltre che di Stella SPA. In caso di nomina, la Olivieri dovrebbe pertanto dimettersi da due incarichi, stante il limite massimo di quattro incarichi (incluso quello di Mediobanca).

Riccardo Pavoncelli - È stato a capo dell’investment banking di Morgan Stanley e Lazard in Italia per poi spostarsi sul private equity come socio-fondatore di Black Rhino Capital; in precedenza (2016-2019) è stato consigliere indipendente di Augmenta Capital e in seguito (2019-2020) di Sarac Partners. Come per Nott, queste cariche potrebbero rappresentare una situazione di potenziale conflitto di interesse professionale.

Alessandra Gavirati - In passato è stata Consigliere di Amministrazione e membro del Comitato Investimenti di BS Investimenti SGR, ora Alessandra Gavirati risulta essere amministratore indipendente di Datrix, Fiocchi Munizioni e FCC. La carica ricoperta in Fiocchi Munizioni, oltre a sollevare qualche interrogativo dal punto di vista etico, risulta essere critica sotto il profilo ESG. Inoltre, Alessandra Gavirati è ad oggi CEO di Life Care, in liquidazione visti gli ultimi insuccessi.

Le criticità nella lista Bluebell - Novator

A dare supporto alla Bluebell infine l’imprenditore Thor Bjorgolfsson alla guida di Novator Partners.

Bluebell, Capital Partners Limited e Novator Capital Limited hanno espresso una serie di personalità dalla lunga esperienza che tuttavia potrebbero sollevare più di un problema in relazione ai requisiti, sempre più stringenti, imposti dai regolatori e dalla sensibilità del mercato. Momenti difficili come quello che stiamo attraversando suggerirebbero continuità gestionale, forse non così ben espressi dalla lista Bluebell - Novator.

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories