Brexit, Trump suggerisce alla Gran Bretagna di non pagare

Il presidente degli Stati Uniti ha una sua opinione sulla Brexit, lui manderebbe Farage a negoziare e non sborserebbe 39 miliardi di sterline

Brexit, Trump suggerisce alla Gran Bretagna di non pagare

A poche ore dal viaggio in Gran Bretagna, Donald Trump esprime la propria opinione sulla Brexit. Secondo il governatore Usa il prossimo premier britannico dovrebbe rifiutarsi di versare 39 miliardi di sterline per abbandonare l’Europa. Lo ha detto al Sunday Times.

Nel corso dell’intervista, il numero uno della Casa Bianca fa il nome di Nigel Farage, leader del Brexit party; sarebbe lui la persona più adatta a negoziare con Bruxelles e, qualora non ottenesse risposte vantaggiose dall’Unione Europea, dovrebbe optare per un no deal.

Brexit, il suggerimento di Trump alla Gran Bretagna: non pagare per il divorzio dall’Ue

Tra qualche ora, il presidente Donald Trump partirà per il Regno Unito. Alla vigilia del viaggio, Trump ha detto la sua sulla Brexit suggerendo al governo britannico di divorziare anche senza un accorso.

“Se non ottengono quello che vogliono, al loro posto me ne andrei. Se fossi in loro non pagherei 50 miliardi di dollari, si tratta di una cifra enorme”.

Per il presidente USA, a sedersi ai tavoli con la Commissione europea dovrebbe essere Nigel Farage, persona “molto intelligente”. Evitare di coinvolgerlo nelle trattative è - a detta di Trump - un grave errore.

Londra dovrebbe, continua l’inquilino della Casa Bianca, anche citare in giudizio l’Ue, i cui “errori hanno causato danni” alla Gran Bretagna.

Leggi anche l’impatto della Brexit sul mercato immobiliare

Intanto il Brexit Party, il partito pro Brexit guidato proprio da Nigel Farage, ha registrato un exploit nelle scorse elezioni europee e risulta al primo posto in un sondaggio condotto per l’Observer, sulle intenzioni di voto nel Regno Unito, con il 26% dei consensi.

Si tratta di un aumento del 2% rispetto al precedente studio di due settimane fa. Il partito laburista risulta al secondo posto con il 22% dei consensi, ma segna un calo del 7%. I Tory sono al 17% dei consensi, con un calo del 5%. I Lib Dem, dopo un un calo del 5%, si assestano al 16%.

Iscriviti alla newsletter Economia e Finanza per ricevere le news su Brexit

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.